Le 10 Migliori Reflex per Girare Video di Qualità Professionale

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Siete videomaker e avete bisogno di una Reflex seria per girare video di alta qualità? Se non sapete quale scegliere, ecco la guida con ​I 10 modelli top a confronto, per aiutarvi a individuare la migliore reflex per fare video Full HD e 4K di livello professionale.

Se la vostra passione o il vostro lavoro è realizzare video, per YouTube, social media, distribuzione web o qualunque sia il vostro scopo, il mercato offre innumerevoli possibilità di scelta, ma con così tante opzioni è facile perdersi.

La tecnologia evolve velocemente e le case produttrici propongono un nuovo modello dietro l’altro, ed ecco che prendere la decisione “giusta” diventa sempre più difficile.

Premesso che la scelta della migliore reflex per video è strettamente collegata alle proprie necessità, è utile riepilogare quali sono le caratteristiche principali necessarie per realizzare video di qualità.

Quali caratteristiche e requisiti deve avere una reflex per girare video di qualità

Nella scelta di una reflex per video ci sono molti fattori da tenere in considerazione. Senza scendere troppo nel tecnico, vediamo quali sono i principali.

Ottica e diaframma

Le fotocamere reflex hanno obiettivi intercambiabili e, per girare dei buoni filmati, è fondamentale attrezzarsi con un parco ottiche di qualità. In generale, più luminosa è la lente, migliore sarà il risultato, soprattutto in condizioni di luce scarsa. Il valore che esprime la luminosità dell’obiettivo è l’apertura del diaframma, il dispositivo che, aprendosi, fa filtrare la luce.

Più piccolo è il numero, più è luminosa la fotocamera. F/2 è buono, f/1.4 o f/1.2 è meglio. In condizioni di scarsa luminosità (per esempio durante le cerimonie in interni poco illuminati), per non compromettere la qualità immagine è consigliato lavorare con diaframmi molto aperti.

Solitamente, con l’aumentare della lunghezza focale il diaframma tende a chiudersi e ad essere meno luminoso, ma esistono anche teleobiettivi con ottime aperture o con diaframma fisso. Il fatto è che sono molto costosi.

Sensibilità ISO

Gli ISO esprimono la sensibilità del sensore alla luce. All'aumentare degli ISO aumenta anche il rumore dell’immagine, che risulterà meno nitida e definita. In generale, una reflex “tiene” ISO più alti e può realizzare immagini soddisfacenti anche con impostazioni di sensibilità alte. Il valore aggiunto della tenuta ad alti ISO è che, a parità di luce e fps, è possibile chiudere il diaframma per ottenere una maggiore profondità di campo.

Otturatore

L’otturatore è il meccanismo che, aprendosi e chiudendosi, fa passare la luce ad ogni scatto. I tempi di apertura e chiusura dell’otturatore sono, appunto, i tempi di scatto. Per non avere un video “a scatti” sono necessari circa 29/30 frame al secondo, e, per ottenere video di qualità, è quindi importante che la reflex che andrete a scegliere vi consenta di impostare il numero di fotogrammi al secondo.

Stabilizzatore

Mentre lo stabilizzatore digitale lavora direttamente sulle immagini scattate, riducendone vibrazioni e qualità, lo stabilizzatore ottico è legato, appunto, all'obiettivo, e riduce le vibrazioni già in fase di scatto. Per realizzare immagini e video più fermi, soprattutto se si lavora senza treppiede, una reflex con stabilizzatore ottico è la scelta migliore.

Messa a fuoco

La messa a fuoco automatica è certamente una comodità, ma mentre si registrano dei filmati con soggetti in movimento può essere inaffidabile, causando cambi di fuoco improvvisi e innaturali. Per questo è bene accertarsi che il dispositivo scelto consenta di mettere a fuoco manualmente, in modo da avere il pieno controllo su persone e oggetti in movimento.

Sensore

In generale, si può dire che più grande è il sensore di una fotocamera migliore sarà la sua qualità immagine. I formati più diffusi sono tre: Full-frame, APS-C, e Quattro Terzi, in ordine di dimensioni decrescenti. Il sensore è un elemento fondamentale per la buona riuscita di foto e video, e pesa molto sul prezzo di un dispositivo. Una reflex full-frame è mediamente più costosa di una con sensore APS-C, ma ha una qualità immagine superiore.

Microfono

In generale, le fotocamere reflex sono equipaggiate con microfoni interni insufficienti per realizzare video professionali, e non tutti i modelli sono dotati di un ingresso per microfono esterno. Consigliamo di acquistare una reflex con almeno un ingresso mini jack.

Formati di registrazione

Il formato Full HD, con i suoi 1920 x 1080 pixel, è sempre valido, ma l’ultima frontiera dei formati di registrazione è il 4K, che può contare su 3840 x 2160 pixel, e per questo occupa uno spazio maggiore e necessita di schede di memoria più veloci. 

Anche se è un formato ormai molto diffuso e ci sono in circolazione apparecchi validi a cifre abbastanza contenute, non tutti i dispositivi ne sono provvisti. Comunque sia, se il vostro obiettivo sono i video, acquistate una reflex che supporti almeno il Full HD.

le migliori fotocamere reflex per girare video

Dopo questa sintetica carrellata delle principali caratteristiche, vediamo quali sono ad oggi, le migliori reflex per video in commercio con le principali caratteristiche e prestazioni.

1. Canon EOS 1DX Mark II

La migliore reflex full frame per video

​La miglior reflex per video di casa Canon è la 1DX Mark II, con capacità e caratteristiche che surclassano tutti gli altri modelli per qualità immagine, performance AF e livello di dettaglio.

Innanzitutto, per chi cerca una fotocamera 4K con sensore full frame che riesca a registrare anche in slow motion, non ci sono molti modelli disponibili al momento, ed uno di questi è proprio la Canon EOS 1DX Mark II, con possibilità di filmare al massimo della risoluzione a 60 fotogrammi al secondo con un fattore crop accettabile di 1.4x.

È anche possibile registrare in Full HD 1080p fino a 120 fps, per effetti slow motion ancora più accentuati. Per chi utilizza la messa a fuoco in automatico, il Dual Pixel AF di Canon è uno dei migliori sistemi al mondo, con passaggi di campo focale molto morbidi e naturali ed elevata velocità di riconoscimento dei soggetti e della scena.

La qualità video in generale è top di gamma, con colori eccezionali e possibilità di utilizzare tutti gli obiettivi Canon EF, facili da reperire e dalla qualità eccelsa. I colori Canon sono spettacolari appena fuori dalla fotocamera, i toni della pelle sono naturali e con un po’ di post produzione si possono veramente ottenere video della qualità simile a quella cinematografica, per creare video YouTube e multimedia di altissimo livello.

Il campionamento colore in modalità 4K è a 8-bit 4:2:2, mentre se si registra in Full HD il campionamento è di 4:2:0. Per chi volesse registrare in Full HD in formato non compresso è possibile collegare un registratore esterno via HDMI. In modalità 4K, la fotocamera utilizza una porzione centrale del sensore, mentre in Full HD viene utilizzata l’intera porzione del sensore full frame.

Il corpo macchina è fornito di connessioni audio che permettono sia di collegare un microfono esterno, sia di monitorare l’audio in cuffia, tramite mini-jack da 3.5 mm.

La qualità costruttiva è top di gamma, la fotocamera è totalmente sigillata e resistente ad acqua, intemperie, surriscaldamento e gelo. Un aspetto da prendere in considerazione è l’assenza di display orientabile, poco adatta quindi per vlog, e per filmare da angolazioni diverse dal convenzionale.

Per durata della batteria, la Canon 1DX Mark II è una delle migliori fotocamere al momento disponibili, con autonomia incredibilmente elevata che vi permette di filmare in 4K anche per quasi tutta la giornata con una sola carica.

Il prezzo che di paga per la 1DX II è elevato lo sappiamo, ma per videografi seriamente intenzionati ad ottenere filmati di qualità top, questa fotocamera non vi lascerà certo insoddisfatti, ed allo stesso tempo avrete anche une delle migliori fotocamere full frame per fotografia professionale di tutti i tipi.

​2. ​Nikon D780

​Fotocamera reflex 4k con sezione video avanzata

​Questa full frame entry level è la migliore Nikon per video 4k, e permette di catturare filmati di ottima qualità. La Nikon D780 è una fotocamera per foto e video dalle caratteristiche molto interessanti, e la consigliamo a chiunque sia in cerca di una reflex full frame per produzioni video semi-pro.

Rispetto alla precedente versione, la D750, il reparto video riceve un sostanziale numero di upgrade.

Con la D780 possiamo girare filmati 4k 24, 25 e 30p, e Full HD fino a 120 fps. Il sistema AF è stato notevolmente migliorato, ed è ora a rilevamento della fase, con maggiore precisione e velocità nell’agganciare e tracciare il soggetto.

Non c’è il rilevamento dell’occhio, ma la funzione di rilevamento del volto funziona bene. Il menu offre 12 slot di memoria per funzioni veloci dedicate al video, che fa molto comodo per cambiare parametri velocemente durante una sessione.

C’è la possibilità di utilizzare gli stessi profili flat della Nikon Z6, time code, focus peaking, zebra e l’immagine viene stabilizzata tramite il sistema Vibration Reduction digitale di Nikon (che applica un crop di 1,1x all’immagine).

La risoluzione 4k è particolarmente piacevole, la qualità del girato è la stessa della Nikon Z6, con ampia presenza di dettaglio. Anche la modalità Full HD non scherza, il filmato in 1080p è molto ben definito, anche quando utilizziamo frame rate 120 fps (dove spesso con altre fotocamere perdiamo in definizione).

​3. ​​CANON EOS 90D

​Fotocamera ibrida per video e fotografia ad alta risoluzione

​La EOS 90DS è una delle migliori Canon per video. Presenta un ottimo set di caratteristiche sia per fare video vlog che per documentaristica ed eventi, ed è anche un’ottima alleata per fotografia ad alta risoluzione.

Il video 4k è di buona qualità, però il livello di dettaglio non è al pari con le altre fotocamere aps-c che eseguono l’oversampling, aspettatevi quindi una definizione leggermente inferiore rispetto ad una fotocamera mirrorless come la Sony a6400.

Per video Full HD, la qualità è eccellente (meglio della a6400), e in questa modalità potremo filmare in slow motion fino a 120 fps con risultati eccezionalmente qualitativi (a 120 fps avrete un leggero crop pari a 1.2x).

Il sistema di autofocus funziona molto bene per video (tramite schermo), la EOS 90D traccia i soggetti umani senza problemi e segue il movimento per mantenere la persona filmata sempre a fuoco. Non è in grado di riconoscere soggetti animali, per cui in questo caso consigliamo di abbandonare la funzione face-recognition e impostare il fuoco manualmente toccando lo schermo.

Per vloggers, la consigliamo senza problemi. La fotocamera può mantenere il punto di fuoco incollato all’occhio del soggetto, e lo schermo vari-angle touch screen è molto comodo per questa applicazione.

Ci sono funzioni intelligenti ed utili come il focus peaking, per aiutarci nella gestione del fuoco manuale. Mancano però le funzioni di zebra e i profili log gamma per la registrazione di filmati con gamma dinamica più ampia.

​4. Canon 5D Mark IV

La reflex professionale con buone caratteristiche video

La 5D Mark IV viene spesso definita come la migliore per rapporto qualità prezzo tra i fotografi professionisti, soprattutto per chi fa molta fotografia ritrattistica e di paesaggi, poiché offre un’eccellente qualità immagine, alta risoluzione ed un prezzo abbastanza contenuto per la fascia pro.

Ebbene, questa fotocamera full frame è anche un buon strumento per video in applicazioni semi-professionali, con funzionalità 4K e Full HD. La performance del sistema AF è top di gamma, con Dual Pixel AF che segue il soggetto velocemente e con precisione.

​In questa reflex per video 4k la risoluzione massima è DCI 4K 4096 x 2160 a 30 fps e 500 Mbps. E’ anche possibile registrare in Full HD 1080p a 60 fps per effetti slow motion. Il video 4K viene registrato con campionamento colore a 8-bit 4:2:2, mentre il Full HD a 4:2:0.

Per chi vuole ottenere qualità video maggiori in Full HD, è possibile collegare un registratore esterno via HDMI per registrare a 4:2:2.

La registrazione del video 4K avviene su di una superficie del sensore con crop pari a 1.7x, mentre in formato 1080p la fotocamera utilizza l’intera superficie del sensore.

Un lato negativo è che il file 4K in uscita è un M-JPEG, che è più difficile da gestire rispetto ai più comuni file MOV o MP4 e appesantisce il lavoro in post produzione. Il fattore crop da 1.7x è inoltre un dettaglio da prendere in considerazione quando si registra un filmato 4K, perché ridurrà il campo visivo non di poco e vi impedirà l’accesso all'intera superficie del frame.

È possibile registrare audio tramite microfono esterno, ed è anche presente un’uscita audio per monitorare in cuffia.

Il display LCD da 3.2 pollici è di ottima qualità e con alta risoluzione da 1.62 milioni di punti, per permettervi di monitorare l’immagine e calcolare bene l’esposizione ed il punto di messa a fuoco, con funzionalità touch screen per un utilizzo agevole ed intuitivo. Lo schermo è fisso e non si può regolare in diverse posizioni, poco adatta quindi per vlog.

​5. Canon EOS 80D

La miglior reflex per video qualità prezzo per vlog e YouTube

La Canon EOS 80D è una reflex per video economica, con sensore APS-C e capacità di registrazione in Full HD fino a 60 fps.

Le qualità di questa fotocamera sono numerose, ed è particolarmente adatta per chi cerca una buona reflex per video YouTube e vlog, poiché offre un corpo macchina robusto, resistente alle intemperie, con ingresso ed uscita audio e display touch screen che si può orientare in tutte le posizioni.

Oltre ad essere un’ottima reflex per fotografia di livello semi-professionale e per fotografi appassionati, la Canon EOS 80D offre potenzialità video di alto livello, con qualità immagine tranquillamente utilizzabile per video YouTube di un certo calibro, ed è perfetta per chi la utilizza con sistema di messa a fuoco automatica poiché offre uno dei migliori sistemi AF attualmente disponibili.

Il Dual Pixel AF di Canon è in grado di riconoscere la scena e i soggetti in maniera molto efficiente, dovrete semplicemente toccare lo schermo per selezionare la porzione dell’immagine che vorrete mettere a fuoco, ed è anche possibile ottenere effetti di passaggio di fuoco da un campo all'altro con risultato molto morbido e naturale.

Per video YouTube di qualità, è possibile registrare in Full HD fino a 60 fps, per ottenere effetti slow motion in post produzione.

È ovviamente possibile selezionare opzioni di esposizione in manuale per avere controllo sui parametri di esposizione come apertura, ISO, velocità otturatore e bilanciamento del bianco. Quando la fotocamera è impostata in modalità manuale, è comunque possibile selezionare opzione di ISO automatico, così da avere il livello di sensibilità che cambia automaticamente mantenendo fissi l’apertura e l’otturatore.

La Eos 80D non è in grado di registrare in 4K, ma questa limitazione non è certo un problema per chi intende filmare progetti di tipo semi-professionale. La qualità 1080p è comunque top di gamma e tranquillamente utilizzabile per tutti i tipi di applicazione multi media, soprattutto per video YouTube e per progetti social. 

Nikon D500

- Prezzo 1.446,14 € -

​6. NIKON D500

Una DSLR APS-C con buone capacità video 4K

Per fotografi che desiderano una fotocamera Nikon buona anche per video, la Nikon D500 è una delle opzioni disponibili, non è perfetta per tutti i tipi di applicazioni video, ma di certo è una reflex da considerare per chi ne farà un utilizzo ibrido tra foto e video 4K.

Appunto, la qualità video 4K è la caratteristica che attira, sebbene la fotocamera utilizzi un fattore crop di 2.25x quando registra in 4K, la qualità del risultato finale è molto buona, con ottimo livello di dettaglio e colori molto ben bilanciati.

La Nikon D500 è in grado di registrare video in formato 3840 x 2160 fino a 30 fps a 144 Mbps, Full HD 1920 x 1080 fino a 60 fps a 48 Mbps. La qualità video Full HD va detto, non è tra le migliori, ed offre un livello di dettaglio che è di molto inferiore rispetto alla sua funzionalità 4K. Per questo consigliamo l’acquisto a coloro che cercano una DSLR per filmare in 4K, piuttosto che per coloro che vorranno limitarsi al 1080p.

Per registrazione e monitoraggio audio, sono presenti le porte mini-jack da 3.5mm per microfono esterno e per uscita cuffie, ottima caratteristica per ottenere un audio di qualità. Per registrare in 4K, sarà necessario dotarsi di schede di memoria di tipo XQD oppure UHS ad alta velocità.

La performance della fotocamera ad alti ISO è abbastanza buona, con rumore digitale che diventa fastidioso solo dopo aver superato ISO 6400. Passato il livello di ISO 12800, la qualità del girato diventa inutilizzabile per uso semi-professionale.

Le prestazioni del sistema di messa a fuoco automatica sono forse l’elemento più negativo della Nikon D500, potrete utilizzare il display touch screen per selezionare il punto di messa a fuoco durante la registrazione, ma questo causerà un passaggio di fuoco dal look meccanico e poco naturale.

Consigliamo di fare pratica con la messa a fuoco manuale, oppure di selezionare il punto AF prima di effettuare la ripresa e non durante il filmato.

Per le caratteristiche descritte sopra, e per il tipo di prodotto che è la Nikon D500, non consigliamo certo l’acquisto a chi cerca una fotocamera reflex prettamente per video, poiché le limitazioni sono molte ed esistono altre opzioni in commercio che offrono migliori prestazioni ad un costo più basso.

Per chi cerca invece una reflex Nikon per utilizzo fotografico di alto livello ed anche per catturare video 4K di livello semi-professionale, allora la D500 diventa una delle opzioni più interessanti in assoluto, poiché nel catalogo Nikon non esistono molte reflex che rispondono a questo tipo di esigenza.

​7. ​​NIKON D850

​Reflex ad alta risoluzione buona per video Full HD e fuoco manuale

​La Nikon D850 è una delle migliori fotocamere reflex per video per chi ha una certa esperienza con il fuoco manuale. La consigliamo a coloro che cercano una macchina fotografica ad alta risoluzione, e che vogliono implementare la propria produzione con video di qualità.

Il sistema AF della Nikon D850 è eccezionale per foto, uno dei migliori sul campo soprattutto per fotografia ritrattistica. Però quando entriamo nella sezione video le cose si complicano un po’, e se utilizziamo il sistema AF per filmati ci ritroviamo spesso con un girato poco piacevole.

Invece con fuoco manuale, la Nikon D850 è molto buona, e grazie allo schermo di ottima qualità saremo in grado di determinare il punto di fuoco con precisione, meglio ancora se la accoppiamo ad un monitor da campo esterno. Per aiutare, c’è anche la funzione focus peaking, che però non è utilizzabile in 4k, ma solo in Full HD.

Il sistema di stabilizzazione VR della D850 è abbastanza efficace per eliminare le micro-vibrazioni della mano, ed è utilizzabile in modalità Full HD.

Uno dei vantaggi della D850 rispetto alle fotocamere più piccole ed entry level, è il sensore Full Frame. Questa macchina fotografica va molto bene per quelle situazioni dove non c’è molta luce a disposizione, appunto per la maggiore capacità del sensore di catturare la luce, ed offre inoltre una migliore sfocatura dello sfondo quando vogliamo giocare con la profondità di campo.

Non mancano le porte mini jack per collegare il microfono e le cuffie, così da effettuare riprese audio di qualità.

​8. Canon EOS 77D

La APS-C intermedia dal prezzo conveniente

Nel settore delle fotocamere reflex di fascia media per utenti esperti, appena al di sotto della EOS 80D, per caratteristiche e prezzo, c’è la Canon EOS 77D, che offre buone capacità video per creazione di contenuti digitali di livello semi-pro.

Anche qui, come nella maggior parte delle reflex su questa fascia di prezzo, non abbiamo l’implementazione del 4K, ma per video Full HD di buona qualità la 77D può soddisfare diversi palati.

La qualità massima è quindi di 1080p con top frame rate di 60 fps. Il bit rate di registrazione video è un po’ basso, a 60Mbps, il che significa che dovrete stare attenti a regolare l’esposizione correttamente in camera, perché poi non avrete a disposizione una gran quantità di informazioni di gamma dinamica da sistemare in post.

La 77D è anche fornita di intervallometro per la creazione di video timelapse 1920 x 1080, con possibilità di selezionare il tempo di ripresa di ogni frame ed il numero totale di frame nel video finale. Il video timelapse si può ottenere sia in modalità di esposizione manuale che automatica, ed il file timelapse può avere una durata da un secondo a 100 ore.

La connettività HDMI disponibile sul corpo macchina è di tipo mini HDMI-C, non è quindi presente un’uscita HDMI con segnale pulito per collegare un registratore esterno. C’è una porta mini-jack per microfono esterno, ma non è presente un’uscita per monitorare l’audio.

La fotocamera è provvista del sistema Dual Pixel AF di ultima generazione, per tracciare i soggetti con accuratezza e precisione, e per transizioni di fuoco morbide e naturali. E’ anche presente un display omni-direzionale per filmare da tutte le posizioni, per scatti selfie e per video vlog.

Ottima per chi vuole risparmiare rispetto alle DSLR più evolute come la EOS 80D, per produrre video di buona qualità e per essere utilizzata con tutti i migliori obiettivi Canon.

​9. Canon EOS 800D

La miglior reflex per video economica

La Canon EOS 800D è fa parte della linea di fotocamere DSLR mirate ad un pubblico tra l’entry level e l’avanzato.

Non si tratta di un upgrade totale rispetto al modello precedente, ma ci sono alcune novità importanti anche nel settore video, che rendono la fotocamera un acquisto interessante per chi è in cerca di una reflex per video dal buon rapporto qualità prezzo.

Una delle novità più importanti è l’introduzione del sistema Dual Pixel AF, con prestazioni eccezionali di messa a fuoco automatica che permettono di utilizzare la fotocamera in modalità AF ed ottenere filmati con fuoco continuo sul soggetto.

Con 45 punti AF, si ha a disposizione una buona copertura del frame per seguire il movimento e per mettere a fuoco in un punto specifico, a meno che il soggetto non si trovi ai bordi dell’immagine, nel qual caso dovrete mettere a fuoco per poi ricomporre.

Il sensore CMOS è un APS-C da 24.2MP, lo stesso che trovate sulla Canon EOS 80D descritta sopra. Il display da 3 pollici e 1.04m-dot è ad angolo variabile con capacità touch screen, buono anche per scatti selfie e vlog e per filmare da tutte le posizioni.

La massima qualità video è Full HD 1080p fino a 60 fps, e grazie alla presenza della tecnologia di stabilizzazione interna, sarà possibile filmare a mano con sostanziale riduzione delle vibrazioni, con due livelli di intensità per stabilizzazione normale o aumentata.

È presente un’entrata mini-jack per microfono esterno, per migliorare le prestazioni audio del filmato, ma non è disponibile un’uscita audio per monitorare in cuffia durante la registrazione.

Se non siete fortemente indirizzato verso una fotocamera 4K, e cercate una reflex entry level dal prezzo molto contenuto e dalle buone prestazioni video, la Canon EOS 800D è un’opzione a dir poco interessante.

​10. ​​Canon EOS 250D

​Reflex per video economica

Per chi cerca una reflex per iniziare a fare video, la Canon EOS 250D è un ottimo punto di partenza. Copre tutte le basi, e permette di realizzare video di diversi tipi. Buona per il peso leggero e per lo schermo completamente articolato che fa comodo soprattutto per vlog e video YouTube.

La Canon EOS 250D è una reflex 4k economica, ci sono alcune limitazioni nell’utilizzo della modalità UHD, come il fattore crop e l’effetto rolling shutter. Inoltre, quando si utilizza la risoluzione 4k, non sarà possibile beneficiare del sistema AF Dual Pixel, quindi sarete quasi costretti a passare alla modalità di fuoco manuale.

Per video Full HD invece, la Canon 250D è molto buona. Permette di utilizzare il dual pixel AF, non c’è il fattore crop, e l’effetto rolling shutter è meno visibile.

La fotocamera va utilizzata con l’ausilio dello schermo LCD vari-angle, che è di tipo touch screen e permette di selezionare il soggetto da mettere a fuoco semplicemente con il tocco. Per la registrazione audio di qualità, è possibile collegare un microfono esterno tramite la presa mini-jack sul corpo macchina.  

Come tutte le altre fotocamere reflex Canon entry level, la 250D accetta obiettivi EF-S e EF, con ampia scelta di modelli e anche con la possibilità di scegliere tra gli obiettivi compatibili di terze parti.

Condividi