miglior microfono per reflex Classifiche

I 10 Migliori Microfoni Esterni per Reflex e DSLR


Se state cercando un buon microfono esterno per la vostra reflex o fotocamera DSLR, questa guida fa al caso vostro. Che si tratti di girare un film indipendente, un clip musicale, un documentario o un semplice video amatoriale da caricare sul vostro canale YouTube, la qualità del suono può davvero fare la differenza. Vediamo come scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze e scopriamo quali sono i 10 migliori microfoni per reflex in commercio.

La maggior parte delle fotocamere reflex DSLR sul mercato è dotata di microfoni interni accettabili. Ma accettabile non significa eccellente. Se volete essere certi di ottenere risultati di livello professionale, dovete acquistare a un microfono esterno.

Per coinvolgere lo spettatore la qualità audio è tanto importante quanto la qualità immagine. Un suono chiaro e pulito è fondamentale per mantenere viva l’attenzione e tenere le persone incollate allo schermo.

In commercio si possono trovare moltissime alternative per soddisfare ogni esigenza. Vediamo caratteristiche e tipologie dei migliori microfoni per reflex in circolazione.

Come scegliere un buon microfono per reflex: tipologie e caratteristiche

La scelta di un microfono esterno per Reflex dipende molto dalle proprie necessità e da ciò che si vuole realizzare. La prima scelta da fare, è su quale tipo di microfono orientarsi. Le tipologie di microfono esterno più diffuse sono:

  • Shotgun: i più utilizzati in assoluto. Si posizionano sopra la fotocamera stessa e sono efficaci in ogni situazione. Lo shotgun è generalmente il miglior microfono nella maggior parte delle situazioni.
  • Lavalier: ideali per interviste, recensioni, vlogging e broadcasting. È il tipo di microfono che si aggancia sugli abiti vicino alla bocca di chi parla. Può essere con filo o senza, è estremamente pratico ed è la scelta ideale quando serve un microfono che catturi il suono da una fonte sonora molto ravvicinata (es. appunto la bocca).
  • Gelato: i classici microfoni da tenere in mano molto usati in ambito giornalistico. Gli intervalli di frequenza di questo tipo di microfono non sono così ampi, ma in realtà può essere un vantaggio dal momento che la persona intervistata o la scena giornalistica, spesso non hanno bisogno di sensibilità extra, ma semplicemente che il microfono catturi il suono di fronte e senza rumori di fondo.

Altre caratteristiche da tenere in considerazione sono:

  • Budget: in generale i microfoni esterni non sono troppo costosi, ma esistono diverse fasce di prezzo. Alcuni costano meno di 50€ mentre altri superano i 300€. Quanto volete spendere?
  • Accessori: peluche antivento, binario per attaccare accessori extra alla fotocamera, treppiede. Alcuni modelli vengono venduti con qualche accessorio aggiuntivo incluso, altri invece no. Controllate cosa comprende la confezione e, nel caso, mettete in conto una spesa in più per acquistare ciò che vi serve.

Classifica: i 10 migliori microfoni per reflex per una qualità audio superiore

Per facilitarvi nella scelta abbiamo selezionato i 10 migliori modelli attualmente in commercio. La maggior parte dei microfoni nella lista sono shotgun, i più utilizzati dai videomaker, ma abbiamo incluso anche altre opzioni per soddisfare esigenze diverse.

#1 Rode VideoMic Pro: il miglior microfono shotgun

Il VideoMic Pro è il microfono direzionale più popolare per fotocamere Reflex e DSLR. Il Rode VideoMic Pro è uno shotgun con tutto ciò che si può chiedere a un microfono. È ultra compatto (150mm di lunghezza) e non sovrasta la fotocamera, pesa solo 85 grammi e ha un’autonomia di circa 70 ore.

Include una copertura antivento e si collega via mini-jack 3.5mm stereo. La qualità del suono è professionale ed è perfetto per registrare dialoghi e suono proveniente dal lato frontale. Rode è uno dei marchi migliori in fatto di microfoni e questo modello è senza dubbio il migliore in termini di qualità/prezzo.

#2 Sennheiser MKE 400: precisione e autonomia

Il Sennheiser MKE 400 si avvicina molto al modello precedente. Hanno pressoché lo stesso prezzo, ma questo microfono direzionale è leggermente più lungo e permette di raggiungere la sorgente del suono con una precisione maggiore.

Ha un filtro antivento, 300 ore di operatività (più del Rode) e sistema antishock incorporato. Inoltre è possibile impostare la sensibilità per lunghe o corte distanze. Un degno rivale del VideoMic Pro.

#3 Azden SMX-10: prezzo molto interessante

Se cercate un microfono per reflex con un prezzo accessibile e una buona qualità audio, l’Azden SMX-10 è una valida alternativa. Il brand Azden non è noto ai più, ma questo modello è valutato molto bene sul mercato e merita un posto nella classifica.

Costa circa la metà dei due microfoni precedenti, quindi se volete risparmiare vale la pena di darci un’occhiata. L’SMX-10 offre una qualità audio molto nitida, 1000 ore di autonomia (con batterie AAA) ed è particolarmente indicato per chi viaggia e non ha la possibilità di ricaricare o cambiare batterie di frequente. È un microfono “standard” per DSLR che consente di fare un bel passo avanti rispetto ai microfoni interni.

#4 Rode Stereo VideoMic: il miglior microfono di fascia alta

Il Rode Stereo VideoMic è un microfono eccezionale di fascia alta. Se non avete problemi di budget è semplicemente meraviglioso e vale la spesa. È particolarmente buono per la registrazione di suoni ambiente e musica live, se invece dovete registrare dialoghi meglio optare il VideoMIc Pro visto in precedenza.

Come i modelli già visti, è dotato di sistema anti vibrazioni incorporato e la qualità di costruzione è ottima. Ha un campo di ricezione molto ampio e integra la funzione di riduzione del rumore esterno: uno dei migliori microfoni in circolazione.

#5 Audio-Technica ATR-3350: un eccellente lavalier economico

Anche se è abbastanza economico, l’Audio-Technica ATR3350 è davvero molto valido. Entriamo nel campo dei microfoni lavalier e questo modello è uno dei migliori in commercio. L’Audio-Technica ha un prezzo molto accessibile, quindi se cercate un lavalier economico l’avete trovato.

Ha una risposta in frequenza di 50 – 18,000 Hz e pesa solo 6 grammi. Ha un range di frequenza di 50 – 18,000 Hz e pesa solo 6 grammi. Una soluzione non intrusiva, funzionale ed economica.

#5 Movo WMIC50: soluzione wireless a un buon prezzo

Un microfono lavalier wireless con un prezzo accessibile. Il Movo WMIC50 è un buon microfono con un’ottima copertura di 50 metri, ed offre trasmettitore con fermaglio da cintura, due trasmettitori, ricevitore con attacco per foto/video camera o treppiede, microfono e due auricolari.

Nel complesso è un buon pacchetto, l’unico difetto è la durata della batteria di sole 3.5 ore (è alimentato da batterie AAA), che non è molto rispetto alla media.

#7 Tascam TM-2X: suono stereo e prezzo accessibile

Il Tascam TM-2X è un microfono molto interessante e molto accessibile. È consigliato per una vasta gamma di registrazioni, ma bisogna accertarsi di mantenere le fonti sonore in posizione frontale.

Il vantaggio di avere due microfoni è la possibilità di ottenere un suono stereo per aggiungere profondità all’audio. Inoltre, questo modello funziona con la batteria della fotocamera e non necessita di batterie proprie. Davvero un’ottima alternativa.

#8 Zoom SSH-6: il miglior microfono per esterni

Un microfono shotgun che, per funzionare con DSLR, ha bisogno di Zoom recorder (H6, H5 o Q8). Se ne avete uno o se per qualche ragione pensate di acquistarlo, avrete una qualità audio cristallina.

Offre la tradizionale sezione centrale dei microfoni shotgun più due capsule laterali per aumentare il range di registrazione. Inoltre è dotato di un utile peluche antivento, ed è perfetto per la registrazione in esterni con molto rumore ambiente. Il prezzo è allettante ed è una valida alternativa anche per i videomaker alle prime armi.

#9 Rode VideoMicro: piccolo e discreto

Se il Videomic Pro è troppo costoso, potete considerare il fratello minore: il VideoMicro. Oltre al prezzo, è interessante per le dimensioni compatte. È molto discreto e torna utile nelle situazioni in cui non si vuole attirare troppo l’attenzione. Inoltre, significa meno ingombro e meno peso, cosa che non guasta.

Certo, in alcune situazioni è necessario un modello più grande e professionale, ma per chi è agli inizi e per chi cerca qualcosa di economico e quasi invisibile è un’ottima alternativa.

#10 Sennheiser MKE 600: alta qualità audio

Chiudiamo con un altro ottimo microfono shotgun. Il Sennheiser è un po’ più costoso del Rode, ma ha una qualità audio notevole, grazie anche al fatto che utilizza un connettore XLR (e non un piccolo jack 3.5mm come la maggior parte dei microfoni per reflex). Ricordatelo, perché in certi casi avrete bisogno di un adattatore.

Un’altra caratteristica interessante del MKE 600 è l’opzione “phantom power”: non serve una batteria perché viene alimentato dalla fotocamera stessa.