miglior fotocamera panasonic Classifiche

Le 10 Migliori Fotocamere Panasonic da Acquistare in Questo Momento


Per gli amanti del marchio, ecco la classifica delle migliori fotocamere Panasonic in commercio per categorie e fasce di prezzo, con tutti i modelli migliori dalle top di gamma alle più economiche. 

Tra i grandi nomi nel settore delle fotocamere per professionisti e per il mercato consumer, Panasonic non ha bisogno di presentazioni, è una delle aziende più rinomate nella produzione di macchine fotografiche digitali.

Soprattutto negli ultimi anni, Panasonic ha veramente costruito una reputazione incredibilmente solida nel settore delle mirrorless per professionisti, in particolare nel settore video, costituendo una linea di macchine digitali che in molti considerano le migliori per video YouTube, vlog e produzioni low cost, con rapporto qualità prezzo molto forte.

Nikon e Canon sono rimasti un po’ fuori da questo mercato, per qualche tempo, e stanno lentamente riguadagnando terreno con le ultime uscite mirrorless full frame, ma Panasonic (insieme a Sony) ha dominato la scena e ha puntato su questo settore con un enorme quantità di successo, e molto seguito da parte di fotografi professionali ed appassionati.

Una caratteristica da tenere in considerazione per chi è in cerca di una mirrorless full frame: fino ad oggi Panasonic si è concentrata a perfezionare la sua linea di fotocamere digitali attorno ad un sensore micro quattro terzi, per favorire portabilità e design snello.

Stanno ora uscendo sul mercato le mirrorless full frame Panasonic, la Panasonic S1 e Panasonic S1R. Tutti gli addetti del settore si aspettano grandi cose da queste due nuove mirrorless professionali poiché si è atteso da anni che Panasonic portasse le tecnologie delle sue mirrorless in una fotocamera full frame.

Piccola nota per gli amanti del mondo della fotocamera reflex, Panasonic non ha una linea di fotocamere DSLR in stile classico come Nikon e Canon. Tutti i prodotti pro sono quindi di tipo mirrorless, problema da poco poiché al giorno d’oggi possiamo dire che non c’è nessuna differenza qualitativa tra una DSLR tradizionale ed una mirrorless (DSLM).

Anche nel settore consumer, Panasonic offre una gamma di prodotti di ottima qualità, dalle fotocamere bridge alle compatte, per soddisfare gli utenti che hanno bisogno di una macchina portatile per viaggiare.

Per quanto riguarda la compatibilità con obiettivi ed altri accessori, Panasonic offre una gamma di prodotti completi e per tutte le esigenze, ed è poi possibile anche adattare obiettivi prodotti da altre marche tramite adattatori dedicati.

I prodotti del catalogo Panasonic sono molti, e in questa guida all’acquisto trovate le migliori fotocamere per ogni categoria, con spiegazione delle caratteristiche tecniche, così da capire su quale prodotto puntare per soddisfare le vostre esigenze foto e video, e a seconda del budget di prezzo.

1. Panasonic Lumix GH5S

La migliore Panasonic per video

  • Categoria: mirrorless professionale con obiettivi intercambiabili
  • Sensore: Digital Live MOS, 10,28MP
  • Pro: caratteristiche video, ottima in condizione di scarsa luce
  • Contro: poca risoluzione, assenza di stabilizzazione

La Panasonic Lumix GH5S è migliore fotocamera mirrorless professionale per produzioni video di livello cinematografico, al prezzo di una DSLM. Le caratteristiche video sono inaudite, in una fotocamera di questo livello e a questo prezzo.

Non fatevi ingannare dalla risoluzione da 10MP, che a prima occhiata sembra abbastanza bassa, ma sappiamo bene che la quantità di megapixel poco importa quando si parla di qualità fotografica e di registrazione video. Certo avrete dei file JPEG e RAW di dimensioni più piccole, ma non servono grandi risoluzioni a meno che non si vogliano stampare foto in grandi formati.

La poca risoluzione è infatti una scelta strategica che permette agli ingegneri Panasonic di inserire, all’interno del sensore micro 4/3, singoli fotodiodi di dimensioni più grandi, permettendo alla fotocamera di raccogliere più luce ed avere migliori performance in situazioni poco luminose.

Potrete registrare video DCI e Ultra HD 4K fino a 60 fps, a 4:2:2 10-bit. Queste qualità sono incredibili, nessuna altra casa di produzione di macchine DSLR è al momento in grado di competere con questi standard, a meno che non si cerchi su una fascia di prezzo molto più alta.

Unica pecca è l’assenza di un sistema di stabilizzazione collegato al sensore, è dunque consigliato acquistare obiettivi compatibili con stabilizzazione dell’ottica per aggirare il problema.

Anche nel settore fotografico la GH5S non scherza, potrete catturare scatti in RAW 14-bit, con modalità burst che arriva fino a 12 fps. Buona quindi anche per sport e azione veloce, oltre che per tutti gli altri tipi di fotografia.

Con questa macchina digitale potrete monitorare l’azione tramite il mirino elettronico EVF, oppure tramite il display touch screen orientabile, anche per selfie. Sono disponibili due slot per schede di memoria SD ad alta velocità, connettività WiFi e Bluetooth, sistema AF super avanzato e veloce, ed è anche disponibile un’entrata microfono ed uscita per cuffie.

Ad un prezzo così, questo è un prodotto più unico che raro, con caratteristiche complete per produzioni di filmati dall’aspetto professionale, anche per fotografie di ottima qualità, in un corpo macchina di qualità e costruito per durare. Altamente consigliata per chi è seriamente intenzionato ad avere una macchina digitale top di gamma.

2. Panasonic Lumix GH5

La migliore Panasonic professionale qualità prezzo

  • Categoria: mirrorless professionale con obiettivi intercambiabili
  • Sensore: Digital Live MOS, 20.3MP
  • Pro: alta risoluzione per micro 4/3, caratteristiche video, prezzo
  • Contro: non perfetta per fotografia professionale

Non ci sono molte differenze tra la GH5 e la GH5s, quella fondamentale è la presenza di una maggiore risoluzione del sensore, che nella GH5 è di 20MP contro i 10MP della GH5S. Il motivo per cui la GH5S ha meno risoluzione è, come detto sopra, per renderla migliore nel gestire registrazioni video con poca luce.

Se acquistate la Panasonic GH5 avrete comunque un’ottima fotocamera per video, buona quasi quanto la più costosa GH5S, ma ad un prezzo nettamente inferiore. L’unico fattore negativo è appunto la performance con poca luce, poiché i singoli pixel del sensore sono più piccoli e catturano meno luce.

Avrete comunque a disposizione tutte le specifiche tecniche della GH5S, come il video 4K e Cinema 4K a 60 fps, registrazione interna a 4:2:2 10-bit, processore immagini Venus Engine, mirino elettronico di ottima qualità e display orientabile e touch screen.

Con la Panasonic GH5 avrete anche a disposizione un sistema di stabilizzazione a 5 assi interno alla fotocamera, per poter registrare filmati a mano e per usare tempi di esposizione più lunghi quando si scattano fotografie.

La fotocamera è provvista di doppio slot per schede SD ad alta velocità, ed è anche possibile registrare in Full HD fino a 180 fps per effetti super slow motion. Lo scatto continuo arriva fino a 12 fps e il sistema AF è un dei più avanzati in commercio, con tempi di messa a fuoco che arrivano fino a 0.05 secondi.

Il display è incredibilmente nitido, con risoluzione altissima da 1.62 milioni di punti, mentre il mirino elettronico ha una risoluzione da 3.68 milioni di punti e un ingrandimento di 0.76x.

La qualità costruttiva è degna delle migliori fotocamere oggi sul mercato, capace di operare anche in situazioni estreme e a temperature bassissime fino a -10 gradi centigradi, ed il corpo è resistente alla polvere e agli spruzzi. 

3. Panasonic Lumix GH4

La miglior Panasonic mirrorless semi-professionale con buone funzioni video

  • Categoria: mirrorless con obiettivi intercambiabili
  • Sensore: Digital Live MOS, 16.05MP
  • Pro: rapporto qualità prezzo
  • Contro: non stabilizzata, basse prestazioni con scarsa luminosità

Appena un gradino sotto della Panasonic GH5 c’è la mirrorless GH4, anch’essa una fotocamera digitale con obiettivi intercambiabili pensata per fotografie e per video, con rapporto qualità prezzo che è ancora eccezionale per chi non cerca proprio il top di gamma oggi disponibile.

Il corpo macchina è costruito per durare, in lega di magnesio e resistente alle intemperie. Il sensore è un micro quattro terzi da 16MP, risoluzione buona per un sensore di queste dimensioni poiché rappresenta un interessante rapporto tra alta risoluzione (per micro 4/3) e grandezza dei singoli fotodiodi, per assicurare anche una buona performance quando la luce è scarsa.

Capace di catturare ottime fotografie sia in JPEG che RAW, e video 4K anche in formato Cinema 4K 4096x2160. Per chi vuole registrare video in slow motion, è anche disponibile il Full HD fino a 60 fps.

Anche questa fotocamera è in grado di scattare 12 foto al secondo in modalità raffica, con punto di fuoco bloccato sul primo fotogramma, oppure 7 fps con fuoco continuo.

Non è presente un sistema di stabilizzazione immagini e la qualità del video in condizioni buie non è il massimo, ma per il prezzo richiesto per questa macchina fotografica, la qualità è da apprezzare.

Adatta ad un pubblico amatoriale, per appassionati, o per il professionista che cerca una buona mirrorless per video come seconda camera. 

4. Panasonic Lumix G9

La miglior Panasonic specifica per fotografia

  • Categoria: mirrorless professionale con obiettivi intercambiabili
  • Sensore: Digital Live MOS, 20.3MP
  • Pro: ottima per fotografi, alta risoluzione per micro 4/3, stabilizzata
  • Contro: funzioni video limitate

La Panasonic Lumix G9 è la fotocamera che si rivolge specificatamente ai fotografi, e meno per video maker. Le caratteristiche non sono comuni nel campo della fotografia professionale, con possibilità di scattare foto 6K alla velocità di raffica di 30 fps, o foto 4K alla velocità di 60 fps.

Il sistema di messa a fuoco è costituito da 225 aree selezionabili tramite il comodo joystick posizionato sulla parte posteriore, con funzione di riconoscimento di volti e occhi per una maggiore precisione nello scatto di soggetti in movimento.

La fotocamera è dunque equipaggiata di tutti gli strumenti necessari per renderla incredibilmente veloce e scattante, ideale per sport e azione veloce.

Il sensore immagini è un micro quattro terzi che vanta 20MP, e produce fotografie della dimensione massima di 5184 x 3888 pixel. La fotocamera ha un sistema interno di stabilizzazione del sensore che permette di alzare i tempi di esposizione ed ottenere comunque fotografie con soggetti nitidi, oltre che per girare video senza bisogno di uno stabilizzatore esterno.

Il mirino elettronico è molto buono, con risoluzione da 3.68 milioni di punti e ingrandimento di 0.83x, lo schermo touch screen è orientabile in tutte le posizioni e anche per selfie. E’ anche presente un piccolo display LCD posizionato sulla parte superiore per avere accesso rapido alle funzioni importanti.

Per fotografi professionisti che hanno bisogno di più spazio e sicurezza nel salvataggio dei file, la fotocamera offre un doppio slot per schede di memoria, entrambe accettano schede sd ad alta velocità UHS-II.

Pur essendo questa una fotocamera progettata specificatamente per fotografia, è comunque presente una sezione video di tutto rispetto, con video 4K 60p e Full HD a 180p, ingresso e uscita audio. Videografi professionisti sentiranno però la mancanza di registrazione a 10-bit (presente nelle altre Panasonic GH5 e GH5s), e la limitazione a 10 minuti di registrazione in 4K60p.

5. Panasonic Lumix G80

La mirrorless Panasonic più versatile per foto e video

  • Categoria: mirrorless con obiettivi intercambiabili
  • Sensore: Live MOS Sensor, 16MP
  • Pro: rapporto qualità prezzo, qualità costruttiva
  • Contro: risoluzione un po’ bassa per foto

Versatile, leggera, adatta sia per fotografia che per video, la Panasonic Lumix G80 è una mirrorless di fascia media che siede al di sotto della più professionale G9 descritta sopra, con caratteristiche adatte all’appassionato e al semi-professionista che cerca una macchina digitale di qualità e con buoni compromessi.

Il corpo macchina, costruito in lega di magnesio come per la maggior parte delle fotocamere di alto livello, è resistente a polvere e spruzzi. La fotocamera è dotata di mirino elettronico EVF che conta 2.36 milioni di punti in risoluzione, ed un display orientabile touch screen con 1.04 milioni di punti.

La fotocamera è provvista di sistema interno di stabilizzazione a 5 assi, e può registrare video in 4K30p, oltre che in Full HD a 50 fps. La sensibilità ISO va da 200 a 25600, ed è possibile scattare a raffica fino a 10 fps con AF bloccato sul primo scatto oppure 6 fps con AF-C. Inoltre, se si utilizza l’otturatore elettronico, è possibile alzare il numero esponenzialmente fino a 40 fps.

Il sensore da 16MP permette di scattare fotografie dall’aspetto professionale, e con l’assenza di un filtro low-pass significa poter catturare meglio dettagli ad alta risoluzione. Il sistema di stabilizzazione a 5 assi è inoltre provvisto di tecnologia Dual I.S. e lavora in combinata con gli obiettivi compatibili per ottenere un ulteriore livello di stabilizzazione fino a 5 stop.

Il sistema AF è molto veloce e preciso, grazie alla tecnologia Depth-From-Defocus che calcola la distanza dal soggetto utilizzando un meccanismo di rilevamento a contrasto, che analizza colori, grandezze ed altri parametri dei soggetti per poter tracciare il movimento ed aggiustare il punto di fuoco di conseguenza, qualità molto utile sia nelle foto che nella registrazione video.

6. Panasonic Lumix DC-TZ200

La miglior Panasonic compatta per viaggi e vacanze

  • Categoria: compatta travel-zoom tascabile
  • Sensore: High-Sensitivity MOS, 20.1MP
  • Pro: leggera e portatile, zoom molto esteso
  • Contro: prezzo alto per fotocamera compatta

La Panasonic TZ200 è una fotocamera compatta digitale travel-zoom adatta per chi è in cerca di una macchina dalle alte capacità da portare in vacanza. Con un sensore da un pollice e risoluzione da 20MP, questa fotocamera è in grado di produrre fotografie ben al di sopra della qualità del vostro smartphone, e di registrare video 4K molto dettagliati.

L’obiettivo a disposizione è il Leica DC Vario-Elmar, che permette uno zoom fino a 15x, per un range focale da 24 a 360 mm. Con questa piccola fotocamera avrete quindi a disposizione dal grandangolo al teleobiettivo per raggiungere soggetti molto distanti.

Per chi vuole registrare video di qualità in slow motion, è anche possibile filmare in Full HD 1080p fino a 120 fps. La fotocamera è inoltre in grado di eseguire il playback di questi filmati direttamente in camera a 30 fps, per vedere direttamente su schermo il risultato del filmato in slow motion.

È inoltre disponibile una modalità PHOTO 4K che permette di scattare fotografie da 8MP a 30 fps, mentre se si vuole utilizzare la modalità di scatto a raffica nativa, è possibile scattare fino a 10 fotogrammi al secondo con AF-S bloccato oppure 6 fps con AF-C.

La velocità di messa a fuoco automatica è ottima, grazie alla tecnologia DFD Depth-From-Defocus, ed è anche disponibile la stabilizzazione dell’ottica O.I.S. per ridurre il tremolio dell’immagine quando si scatta a mano libera. Questa funzione non è però disponibile quando si filma in 4K o quando si filma in slow-motion.

Per fotografi che sanno come utilizzare tutti i controlli di una macchina fotografica, la Panasonic TZ200 offre anche una modalità manuale, a differenza di altre compatte che permettono soltanto un utilizzo in modalità preset, questo la rende molto piacevole da utilizzare ed offre opzioni di personalizzazione molto interessanti.

La presenza di un mirino elettronico EVF è inoltre un’altra chicca che di solito non troviamo tra le compatte, la avvicina di più al mondo professionale e permette di catturare immagini migliori poiché tramite l’EVF è possibile monitorare meglio i parametri di esposizione e la composizione della fotografia. 

7. Panasonic Lumix FZ1000

Una delle migliori bridge sul mercato

  • Categoria: bridge
  • Sensore: High Sensitivity MOS, 20.1MP
  • Pro: versatile, zoom molto potente
  • Contro: autonomia

La Panasonic Lumix FZ1000 è una fotocamera bridge con sensore da 1 pollice e risoluzione da 20MP, processore immagini Venus Engine molto veloce e scattante anche per registrare video 4K e per scattare a raffica fino a 50 fps.

La grandezza del sensore immagini è sopra la media, se comparata alle fotocamere bridge rivali, questo permette di ottenere una maggiore sensibilità ISO e migliore performance con poca luce, per tenere sotto controllo il rumore digitale ed avere fotografie più pulite.

L’obiettivo della fotocamera è un Leica DC Vario-Elmarit con zoom da 16x che permette di raggiungere soggetti molto lontani, per una gamma focale da 25 a 400 mm equivalenti in full frame. L’apertura massima va da f/2.8 a f/4, a seconda che si utilizzi il grandangolo o teleobiettivo. La lente include anche un elemento asferico, per ottenere un’immagine con meno dispersione e meno aberrazioni cromatiche.

La fotocamera è provvista di stabilizzatore a 5 assi per poter catturare soggetti non ben illuminati senza avere immagini mosse, ed il sistema AF è equipaggiato della stessa tecnologia presente nelle fotocamere premium, il DFD Depth From Defocus che permette di agganciare il soggetto perfettamente su tutta la gamma focale di questa fotocamera zoom.

Per avere un buon controllo sulla composizione ed esposizione dell’immagine, sono disponibili sia il mirino elettronico EVF sia il display LCD. Il mirino OLED offre una risoluzione da 2,359k-dot e copre il 100% del frame, con ingrandimento di 0.7x. Il display offre una risoluzione da 921k punti e orientamento in tutte le direzioni per scatti da tutte le posizioni.

Uno dei pochi aspetti negativi di questa fotocamera, che risponde bene a tutte le altre necessità dell’utilizzatore medio di fotocamere bridge, è l’autonomia limitata della batteria, che arriva fino ad un massimo di circa 300 scatti se utilizzata con EVF, o 360 se utilizzata con display. 

8. Panasonic Lumix GX80

La migliore mirrorless entry level Panasonic

  • Categoria: mirrorless entry level con obiettivi intercambiabili
  • Sensore: Live MOS Sensor, 16MP
  • Pro: peso e dimensioni contenuti, prezzo basso
  • Contro: display non articolato per selfie, mirino piccolo

La Lumix GX80 è una fotocamera molto versatile, sia per fotografi che videografi occasionali ed appassionati, con ottime caratteristiche e prezzo molto vantaggioso. Il corpo snello e leggero offre il giusto rapporto tra usabilità, robustezza e trasporto, i comandi sono facili da imparare e racchiudono tutte le funzioni più importanti anche per utilizzi in manuale sia per foto che per video.

Il sensore micro quattro terzi da 16MP è in grado di realizzare immagini molto ben dettagliate, grazie all’assenza del filtro low-pass, ed è possibile scattare a raffica fino a 10 fps in modalità AF-S e 6 fps in modalità AF-C. Se si utilizza la funzione di otturatore elettronico è anche possibile scattare una raffica di 40 foto al secondo.

La sezione video permette di registrare filmati 4K o Full HD, e sfruttando le capacità 4K della macchina è anche possibile catturare fotografie da 8MP in 4K a 30 fps. Con un ISO che arriva fino a 25600, la sensibilità della macchina digitale è abbastanza alta da permettere di lavorare in situazioni di luce poco abbondante, anche grazie alla presenza di un sistema di stabilizzazione a 5 assi per eliminare le vibrazioni in camera quando si scatta con tempi di esposizione più lunghi.

Il mirino elettronico è più piccolo rispetto a quelli montati sulle fotocamere più costose, con risoluzione da 2.76 milioni di punti. Il display touch screen da 3 pollici ha una risoluzione da 1.04m e si può angolare in alto e in basso per scatti dalla vita e da sopra la testa, non è però possibile orientare lo schermo in posizione selfie.

Ottima per chi inizia con la fotografia digitale di alta qualità e vuole sperimentare con una mirrorless con obiettivi intercambiabili, senza spendere grandi cifre.

9. Panasonic Lumix DMC-LX100

La miglior Panasonic per street photography

  • Categoria: compatta
  • Sensore: 4/3" Type Multi-Aspect MOS, 12.8MP
  • Pro: qualità costruttiva, qualità foto e video
  • Contro: display fisso

Tra le fotocamere compatte per street photography e documentaristica, adatte per chi viaggia e per chi desidera una macchina agevole, la Panasonic LX100 è la risposta ideale, poiché offre un design perfetto per portabilità e leggerezza, e caratteristiche abbastanza alte da garantire una qualità eccezionale.

Con questa compatta avrete a disposizione una gamma focale da 24 a 75 mm equivalenti, ottima quindi per fotografare diverse situazioni, sia per paesaggi e grandangolo in genere, sia per avvicinarsi di più ai soggetti in modalità ritratto.

La qualità dell’obiettivo è molto alta, uno dei migliori tra le fotocamere compatte di questo tipo, un obiettivo Leica DC Vario-Summilux f/1.7-2.8, con apertura abbastanza ampia per garantire l’entrata di molta luce sul sensore e per ottenere un effetto bokeh sullo sfondo dei soggetti, buona anche per condizioni di scarsa luminosità.

In una compatta da viaggi, è sempre utile avere a disposizione un buon mirino EVF per poter calibrare bene l’esposizione e la composizione dell’immagine, la LX100 offre un EVF da 2,764k-Dot, ed anche un display da 3 pollici e 921.000 punti in risoluzione. Unica pecca l’assenza di un meccanismo per muovere lo schermo in diverse angolazioni.

I controlli sono posti sul corpo macchina e sull’obiettivo in maniera molto intelligente, con pulsanti e ghiere di controllo che ricordano lo stile delle fotocamere professionali, per piacevolezza nell’utilizzo e maggiore facilità nelle operazioni in modalità manuale. Sono anche presenti anelli di controllo attorno all’obiettivo per avere accesso alle operazioni di apertura del diaframma e zoom.

10. Panasonic Lumix DC-TZ90

La compatta super zoom qualità prezzo perfetta

  • Categoria: compatta super zoom
  • Sensore: 1/2.3" MOS, 20.3MP
  • Pro: zoom molto potente, tascabile
  • Contro: non adatta per condizioni di scarsa luce

La Panasonic TZ90 è una piccola fotocamera compatta con super zoom che si estende da 24 a 720 mm, permettendovi di raggiungere soggetti a distanza e scattare foto e filmare video di qualità, ottima per essere trasportata per viaggi e vacanze e per foto familiari.

A differenza di altre fotocamere compatte della stessa taglia, la TZ90 offre anche un mirino elettronico da 1.166 milioni di punti, per maggiore accuratezza nell'esposizione della foto quando è difficile utilizzare il display. Lo schermo è inclinabile in alto e in basso, ed è completamente ribaltabile a 180 gradi sopra il corpo macchina per scatti selfie.

Le qualità fotografiche sono molto buone per questa categoria, e per aiutare con le vibrazioni in camera è anche presente un meccanismo interno ibrido di stabilizzazione a 5 assi. La fotocamera è in grado di scattare a raffica fino a 10 fps in modalità AF-S, oppure 30 fps in modalità 4K con immagini a 8MP.

Per fotografi principianti, sono disponibili tutte le opzioni preset necessarie a produrre foto in automatico per tutti i tipi di scenari. Per appassionati e conoscitori della fotografia è inoltre possibile utilizzare la TZ90 in modalità manuale, per ottenere scatti personalizzati anche in formato RAW.

Una funzione interessante, tra le altre, è la modalità Post Focus, che offre capacità di selezione del punto di fuoco dopo aver scattato la foto.

La sezione video offre capacità 4K 30p, Full HD 1080p e HD 720p. E’ quindi possibile registrare filmati di buona qualità anche grazie alla stabilizzazione del sensore che permette di filmare a mano senza l’uso di stabilizzatori esterni.

Se siete incerti su quale fotocamera compatta comprare, e non volete spendere grandi cifre per avere un prodotto che soddisfa la maggior parte delle esigenze di un fotografo entry level, la Lumix DC-TZ90 è la macchina che fa al caso vostro.