miglior fotocamera compatta Classifiche

Le 10 Migliori Fotocamere Compatte del 2018


Per i tuoi ricordi in alta qualità, in viaggio, in vacanza o nei momenti speciali, dalle compatte premium, alle ultra zoom, ecco quali sono le migliori fotocamere compatte da acquistare in questo momento.

Le fotocamere compatte sono progettate per scattare rapidamente con grande facilità, hanno dimensioni tascabili, ed il principale vantaggio di essere facilmente trasportabili ovunque.

La tecnologia crescente e l’avanzamento dei livelli qualitativi di sensori e obiettivi, permette alle macchine fotografiche compatte di ottenere oggi risultati stupefacenti, talvolta paragonabili (parlando di compatte premium) a quelli ottenibili con fotocamere mirrorless o reflex entry level.

Le fotocamere compatte si posizionano a metà fra uno smartphone e una fotocamera digitale professionale, e nonostante l’ascesa dei cameraphone abbia ridotto il mercato delle punta e scatta, la macchina compatta è ancora la scelta preferita da chi cerca portabilità e leggerezza, unite a qualità immagine e risoluzione video superiori a quelle di un telefono cellulare.

Al momento, il mercato delle compatte offre soluzioni ottime a tutti i prezzi, dai modelli economici alle compatte premium di fascia alta equipaggiate con caratteristiche provenienti direttamente da reflex o fotocamere mirrorless.

Questa classifica si concentra sulle compatte migliori e più interessanti, su quelle che offrono una qualità immagine e video superiori e che veramente si distinguono dalla qualità tipica di uno smartphone, tralasciando le compatte entry level, che hanno poco da aggiungere alle capacità di un iPhone o un Samsung di fascia alta.

Come scegliere una fotocamera compatta

Per capire quale fotocamera compatta acquistare, queste sono le caratteristiche più importanti da valutare per scegliere con esattezza il prodotto giusto per le proprie esigenze.

Dimensioni

È la prima caratteristica da valutare nella scelta di una compatta. La distinzione principale sta tra portabilità e solidità in mano. Più leggerezza, significa dimensioni più contenute e maggiore portabilità, mentre un peso più elevato vuol dire maggiore presa in mano.

Se ne volete una molto piccola da portare anche in tasca, alcuni dei modelli selezionati in questa guida all’acquisto andranno benissimo per portabilità e leggerezza.

Se invece la dimensione non è una priorità, ma preferite una compatta di un certo peso per sentirla meglio in mano, allora ci si può indirizzare verso fotocamere più voluminose, e forse con migliori prestazioni.

Lunghezze focali e f/stop dell’obiettivo 

Nelle compatte non potrete cambiare l’obiettivo come in una DSLR, è meglio quindi scegliere una fotocamera che abbia buone qualità focali e soprattutto adatte a quello che volete fotografare.

Innanzitutto, fate attenzione alla massima apertura del diaframma. Il numero f/stop, solitamente riportato sulla parte frontale della lente, più è basso, migliore è la lente (perchè fa entrare più luce).

In seguito e con l’esperienza, valutate quali lunghezze focali sono più adatte alle vostre esigenze, lo zoom delle compatte oggigiorno arriva ben lontano, anche fino a 300mm, tutto sta nel capire se vi interessa uno zoom potente o se è sufficiente una focale standard.

Trovate il giusto compromesso tra questi due elementi e avrete fatto un bel passo verso la scelta perfetta.

Mirino e display

Anche questa è una scelta importante, la presenza di un mirino elettronico EVF farà comodo soprattutto per fotografare in pieno giorno, per avere un’idea più precisa dell’immagine che state fotografando.

La risoluzione del mirino e del display gioca un ruolo importante, sia per mettere a fuoco l’immagine o comporre la foto, che per rivedere le foto scattate. Un mirino elettronico dovrebbe avere una risoluzione sopra i 2 milioni di punti e il display sopra i 900.000 punti, per essere di buona qualità.

Altre caratteristiche del display da valutare sono la presenza della tecnologia touch screen, utile ma non essenziale, e la capacità di essere inclinato in posizioni diverse per foto all'altezza della vita, dall'alto, o per autoscatti e vlog.

Video

Una delle caratteristiche di cui sicuramente prenderete vantaggio con una compatta, rispetto ad uno smartphone, è la capacità di registrare filmati. Certamente lo smartphone registra buoni filmati, ma a causa dell’ottica ridotta e delle capacità della batteria, avere un camera dedicata per filmati 4K è tutta un’altra cosa quando si è in viaggio.

Da valutare per esigenze video, sono la presenza di uno schermo pieghevole per vlog, un buon sistema automatico di messa a fuoco, un buon microfono integrato per catturare audio di qualità, o addirittura la presenza di un entrata audio e slitta hot shoe per usare un microfono esterno da montare sulla parte superiore della macchina.

Connettività

In una compatta si cerca la praticità di passaggio delle foto da fotocamera a smartphone, per una veloce condivisione sui social media. La si usa in vacanza, in viaggio o per lavoro, ed è quindi preferibile il non dover passare da un PC per trasferire le foto.

La connettività WiFi e/o Bluetooth con app dedicata renderà l’esperienza d’uso molto più piacevole e veloce, permettendo di salvare, modificare e condividere le foto su smartphone istantaneamente.

Le migliori fotocamere compatte da acquistare

Vediamo ora la classifica delle migliori macchine fotografiche compatte, dalle premium di fascia alta alle punta e scatta più economiche, confrontando prezzi e caratteristiche per capire quale acquistare a seconda del proprio budget e necessità. 

Leica Q Typ 116

- Prezzo EUR 4.190,00 -

Leica Q typ 116: la migliore compatta premium full frame

Tra le fotocamere compatte professionali, la Leica Q typ 116 è la top di gamma numero uno, dotata di caratteristiche straordinarie e di una qualità costruttiva eccellente.

Il prezzo è di molto superiore rispetto alla concorrenza, ma analizzandola nel dettaglio, si capisce il perché.

Innanzitutto, siamo di fronte ad una fotocamera compatta full frame, caratteristica più unica che rara. Le dimensioni sono quelle di una piccola mirrorless, più che una compatta, e da un punto di vista estetico, ricordano quelle di una fotocamera da reporter.

Il design è bellissimo, elegante, classico e moderno allo stesso tempo, una meraviglia da tenere in mano e molto resistente, con un corpo in metallo e materiali molto piacevoli al tatto, la compagna perfetta per street photography o da portare in viaggio nella borsa.

Le caratteristiche tecniche sono eccezionali e grazie al sensore CMOS full frame da 24 Megapixel, la Leica scatta foto da ben 6016 x 4016 pixel. La sensibilità ISO va da 100 a 50000 e la qualità delle foto con poca luce è top di gamma.

La velocità dell’otturatore in modalità di scatto continuo arriva fino a 10 fps, il tempo minimo di apertura è di 1/16000, ad un massimo di 30 secondi. La velocità di messa a fuoco è incredibile, e con 49 punti AF si hanno ampi spazi di manovra anche in manuale.

La Leica Q typ 116 registra video in full hd a 1080p fino a 60 fps e vanta un mirino elettronico dalle qualità sublimi, molto brillante e preciso, copre il 100% del frame ed è un piacere da usare.

Lo schermo LCD è da 3 pollici e con risoluzione da 1.040k, con funzionalità touch screen per usare le pagine del menu in maniera molto naturale e veloce.

Senza nulla togliere alla qualità degli elementi descritti sopra, la vera perla della Leica Q typ 116 è l’ottica Summilux da 28 mm con massima apertura del diaframma da f/1.7, un sogno ad occhi aperti anche per fotografi professionisti.

La qualità delle ottiche Summilux è sublime, alcuni obiettivi in commercio costano diverse migliaia di euro e qui se ne trova una di pari qualità, inclusa nel prezzo della macchina, che da sola giustifica il costo della compatta. Con questa lente potrete anche fotografare in macro e controllare diaframma e messa a fuoco attraverso gli anelli analogici dedicati.

Se il prezzo non è un problema e desiderate la migliore qualità in uno stile unico, la Leica Q typ 116 è la migliore compatta premium da acquistare in questo momento. 

Fujifilm X100F: la migliore fotocamera compatta professionale

La serie X100 di Fuji è sinonimo di qualità top di gamma nel settore delle compatte per street photography, e la X100F, continua questa tradizione aggiungendo caratteristiche interessanti, tali da renderla una delle fotocamere di riferimento in questa categoria.

La Fujifilm X100F è una compatta con sensore X-Trans CMOS APS-C da 24.3 MP. Produce fotografie da 6000x4000 pixel e monta un obiettivo Fujinon da 23 mm f/2.0, equivalente a 35 mm in full frame, che notoriamente è la lunghezza focale perfetta per documentaristica e fotografia da strada.

Il viewfinder ibrido della Fujifilm X100F è uno dei motivi chiave che spinge verso l’acquisto di questa camera. Si può infatti utilizzare come mirino puramente ottico, per vedere l’immagine senza distrazioni, oppure come mirino elettronico per capire se il livello di esposizione è quello corretto, o infine, come combinazione tra le due per vedere l’immagine reale più alcune informazioni digitali.

Lo schermo è da 3 pollici con una risoluzione da 1.036.800 punti, senza funzionalità touch ma dalla buona luminosità per fotografare all’aperto.

L’esperienza con questa macchina fotografica in manuale è senza precedenti in una compatta, ogni parametro principale ha una ghiera dedicata. Sulla parte superiore avrete accesso veloce al controllo della velocità dell’otturatore, ISO e compensazione dell’esposizione, e il diaframma può essere controllato attraverso l’anello posizionato sull’ottica.

Un’aggiunta incredibilmente utile per street photography è quella di un filtro ND integrato che permette di abbassare il livello di esposizione fino a 3 stop pur mantenendo un’ampia apertura del diaframma.

La Fujifilm X100F registra anche video in full hd fino a 60 fps, ed è presente un’entrata per microfono esterno. La precisione e velocità del sistema AF da 91 punti (estendibile fino a 325) è impressionante, e rende questa fotocamera molto affidabile anche per ritrattistica e registrazione video.

Per rapporto qualità prezzo, caratteristiche e performance, la X100F è una delle migliori compatte attualmente in circolazione, dallo stile unico e inconfondibile.

Sony Cybershot RX100 mark VI: la travel zoom più versatile e veloce

La RX100 mark VI è l’ultima fotocamera digitale tra le compatte Sony della serie RX100, è tecnologicamente la più avanzata in questa classifica e vanta numerose caratteristiche di qualità all’interno di un corpo piccolo e tascabile.

Il sensore CMOS Exmor da 20 MP, in combinazione col processore immagini BIONZ X e l’obiettivo Zeiss, produce foto da 5472 x 3648 pixel e video in 4K con un livello di dettaglio semplicemente spettacolare.

L’ottica di questa macchina fotografica è perfetta per versatilità. Con una gamma focale da 24 a 200 mm, significa poter raggiungere soggetti molto lontani mantenendo tutta la risoluzione, inoltre è possibile aggiungere uno zoom digitale da 3.8x.

Incredibilmente, Sony ha inoltre messo a disposizione sia uno schermo LCD da 3 pollici che un mirino elettronico a scomparsa, estraibile dal corpo macchina quando la si accende, con un meccanismo unico che permette di cliccare sul mirino per accendere la fotocamera ed estrarlo allo stesso tempo.

Il mirino copre il 100% del frame e ha una luminosità e risoluzione eccellenti, ed un ingrandimento di 0.59x. Il display è un touch screen orientabile in alto e in basso, con 1.2 milioni di punti in risoluzione. Sony è anche riuscita ad includere un flash integrato.

Per quanto riguarda le performance, il sistema AF è il più veloce della categoria, con 315 punti a rilevamento di fase. In modalità di scatto continuo si possono registrare fino a 24 fotogrammi al secondo con un buffer molto elevato, caratteristica che permette di usare la fotocamera anche per sport e azione ad altissima velocità.

La qualità immagine, pur essendo molto nitida e dai colori brillanti, perde un po’ rispetto alle concorrenti per mancanza di apertura di diaframma. L’ottica infatti arriva fino ad un massimo di f/3.5 a 24mm, e f/4.5 a 200mm, rendendo questa camera poco utilizzabile in situazioni di poca luce o per coloro che desiderano ottenere l’effetto sfocato sullo sfondo del soggetto.

La Sony Cybershot RX100 VI è uno stupefacente concentrato di tecnologia, in un corpo incredibilmente piccolo e portatile, consigliabile a chi desidera una macchina con ampia versatilità sia per foto che per video. 

Canon PowerShot G1X Mark III: qualità fotografica Canon in una compatta tuttofare

La G1X III di Canon è una compatta APS-C che offre un buon compromesso in qualità fotografica, compattezza e caratteristiche, ad un prezzo nella media all’interno del settore delle fotocamere compatte professionali.

Il sensore CMOS da 24 MP arriva direttamente dalle reflex di Canon (stesso sensore della 77D e altre simili), produce fotografie da 6000x4000 pixel con un’ottica zoom da 24-72 mm equivalente (la focale effettiva è 15-45 mm).

Un aspetto che va considerato è la qualità del diaframma, che arriva ad un massimo di f/3.5 quando l’obiettivo è a 24 mm e si spinge fino a f/5.6 quando lo zoom è completamente esteso.

Quando la luminosità è poca, o quando vorrete ottenere un buon livello di sfocatura dello sfondo, tenete presente che questa non è una fotocamera che vi permette molta libertà da questo punto di vista.

A parte questo, la qualità immagine prodotta è buona, si presta per diversi tipi di fotografia digitale e offre anche uno schermo LCD orientabile in tutte le posizioni, anche per autoscatti o vlog.

La qualità video arriva fino a 1080p a 60 fps, e grazie alla stabilizzazione ottica integrata, è possibile filmare a mano senza microvibrazioni.

Il mirino elettronico OLED è di ottima qualità, con risoluzione da 2.36 milioni di punti, e lo schermo è un touch screen da 3 pollici. La fotocamera offre inoltre connettività WiFi, Bluetooth e NFC sia per condividere le foto su smartphone che per controllare la fotocamera tramite app dedicata.

Le performance del sistema di messa a fuoco sono tra le migliori in circolazione, la Canon PowerShot G1X Mark III vanta infatti il sistema Dual Pixel Auto Focus, già presente nelle DSLR professionali di Canon.

La G1X Mark III è inoltre una buona compatta per vlog e video in genere, lo schermo LCD orientabile è un’ottima caratteristica che la differenzia dalle rivali, manca però un ingresso per microfono esterno e un uscita jack per monitorare l’audio. 

Panasonic Lumix LX100 II: la miglior compatta da viaggio con controlli manuali

Tra le compatte di fascia medio alta, la Panasonic LX100 II è un tipo di fotocamera particolarmente interessanti per diversi tipi di applicazione, con una qualità immagine al di sopra della media e performance al passo con le nuove tecnologie.

Il sensore è un 17 MP micro quattro terzi HS MOS, per una dimensione immagine da 4736x3552 pixel. L’obiettivo è progettato e prodotto da Leica ed offre una focale zoom da 24 a 75 mm e un’apertura del diaframma f/1.7 - 2.8, ottimo per fotografie e video con poca luce e anche per ottenere scatti professionali con sfocatura dello sfondo e separazione del soggetto fotografato.

La macchina offre un EVF da 2.7 milioni di punti, lo stesso del modello precedente. Idem per la forma della scocca e i pulsanti di controllo, anch’essi rimasti invariati dalla precedente LX100, mantenendo globalmente un’ottima combinazione tra ergonomia, portabilità e qualità dei controlli, ma con alcune caratteristiche aggiuntive che la rendono più matura.

I fotografi più navigati troveranno nella Panasonic Lumix LX100 II una compagna di viaggio ideale. L’allocazione di controlli, pulsanti e ghiere rende l’esperienza molto piacevole per scattare in manuale.

Una delle caratteristiche che avvicinano questa macchina all’ambiente pro è la presenza di una slitta hot shoe sulla parte superiore, sulla quale potrete installare il flash esterno incluso nell’acquisto.

Una delle aggiunte più interessanti è la funzionalità touch screen. Il display non è orientabile ma la nuova funzionalità, permette di controllare sia le impostazioni del menu, che la messa a fuoco del soggetto, aspetti molto utili in una fotocamera compatta, dove l’utilizzo tramite display è sempre più frequente rispetto all’uso tramite mirino elettronico.

La qualità immagine è molto buona, grazie ad un obiettivo eccellente, alla mancanza di filtro anti aliasing e ad un’apertura del diaframma che lascia entrare una buona quantità di luce sul sensore, per evitare effetti di rumore spiacevoli quando la luce non è ottimale. Se usata ad alti ISO, fino a 3200, la fotocamera si comporta infatti in maniera soddisfacente.

I colori riprodotti in modalità JPEG sono piacevoli e con buona accuratezza di particolari, e per coloro che vogliono ottenere foto più professionali, è anche possibile scattare in RAW per poi elaborare le immagini con più libertà.

Per quanto riguarda le performance, la Panasonic Lumix LX100 II non delude, scatta fino a 30 fotogrammi al secondo a raffica e possiede 49 punti AF Depth From Defocus, una tecnologia che analizza la scena per valutare la corretta distanza del soggetto.

La velocità di messa a fuoco non è pari alle Panasonic professionali, ma la LX100 II è indubbiamente una compatta di buon livello, affidabile sia per video che per fotografie di tutti i tipi. 

Sony Cybershot RX100 V: tascabile, veloce e con ottima qualità immagine

La Sony Cybershot RX100 V precede la RX100 VI descritta sopra, con caratteristiche simili e stessa velocità di esecuzione, in un corpo tascabile e oggi ad un prezzo migliore.

La maggiore differenza tra le due è la lunghezza focale dell'obiettivo Zeiss che, nella Sony RX100 V è di 24-70 mm, con meno possibilità di zoom, ma con apertura del diaframma molto più ampia a f/1.8.

Questo permette una migliore performance con poca luce e migliore effetto sfocato dietro al soggetto, rendendola più adatta per ritratti e per video.

Ovviamente, essendo una macchina del 2016, il prezzo è più basso rispetto al nuovo modello, ma è ancora un valido acquisto sia per fotografi che video maker, con specifiche che superano tutt’ora alcune delle fotocamere più recenti.

La velocità di scatto continuo è da 23.8 fps, può filmare in 4K a 30 fps oppure in FULL HD fino a 120 fps per slow motion. Il viewfinder è estraibile manualmente e lo schermo LCD è orientabile anche per autoscatti a 180 gradi sopra il corpo macchina.

Per viaggiatori e vlogger, la Sony RX100 V è una travel zoom compatta dalle caratteristiche complete e dall’ottima qualità immagine, da considerare come alternativa alla più costosa RX100 mark VI, pur mantenendo le stesse performance.

Panasonic Lumix DC-TZ200: uno zoom potente e capacità top di gamma

L’ultima arrivata in casa Panasonic nel settore delle travel zoom, la Lumix DC-TZ200 è la fotocamera avversaria delle Sony RX100 V e RX100 VI.

Con un’ottica zoom che si estende da 24 a 360 mm in lunghezza focale, permette diversi tipi di applicazioni ed offre una manovrabilità incredibile, da fotocamera per fotografia di paesaggi, a fotocamera con tele-obiettivo, in un corpo tascabile e molto compatto.

Il sensore è un MOS da 20.9 MP e l’ottica Leica offre uno zoom ottico da 15x e un’apertura del diaframma da f/3.3 ad f/6.4, a seconda della lunghezza focale utilizzata. C’è inoltre la possibilità di estendere ulteriormente lo zoom utilizzando la funzione di zoom digitale.

Con questa camera, avete a disposizione un mirino elettronico EVF da 2.3 milioni di punti di risoluzione e con copertura del frame del 100%, oltre a un display LCD da 3 pollici touch screen da 1.2 milioni di punti. Lo schermo è fisso, non orientabile e poco pratico da usare per fotografia dal basso o dall’alto, o per autoscatti.

Con la Lumix DC-TZ200 si possono registrare filmati in 4K oppure in FULL HD fino a 60 fps, non è però presente un ingresso per microfono esterno. La qualità video è veramente all’altezza, soprattutto grazie alla presenza di uno stabilizzatore immagini interno hybrid O.I.S. con 5 stop di compensazione, che permette di catturare a mano anche soggetti molto lontani senza vibrazioni.

Per fotografia sportiva e azione veloce, la fotocamera offre una velocità massima dell’otturatore da 1/16000 di secondo, ed uno scatto a raffica da 10 fps.

Per condividere velocemente fotografie e filmati su smartphone, si può utilizzare l’app dedicata collegando la macchina in WiFi al cellulare.

L’esperienza è resa particolarmente piacevole dalla presenza delle ghiere necessarie a controllare i parametri principali di esposizione, c’è un anello attorno all’obiettivo che permette il controllo del diaframma ed una ghiera funzione sopra il corpo macchina per cambiare diversi parametri.

Inoltre è possibile usare il touch screen in combinata con i pulsanti del menu per cambiare velocemente le impostazioni. La funzione touch è inoltre utile per cambiare il punto di messa a fuoco.

Consigliata per viaggiatori e amanti della fotografia che vogliono una qualità fotografica di gran lunga superiore allo smartphone, la Lumix DC-TZ200 offre un pacchetto caratteristiche notevole ed un rapporto qualità prezzo invidiabile.

Canon Powershot G7X Mark II: la compatta di fascia media OTTIMA per vlog

La Canon G7 X Mark II è un ottimo compromesso fra prezzo, performance e caratteristiche, una compatta che unisce diverse delle proprietà che si cercano in una portatile tuttofare, ad un prezzo molto conveniente.

Offre un pacchetto qualità molto attraente, soprattutto per chi cerca una fotocamera portatile dalle capacità video per YouTube e social media, insieme ad una qualità fotografica che va ben al di sopra di quella di uno smartphone.

Il sensore è un CMOS da 20.2 MP e produce immagini da 5472x3648 pixel, l’obiettivo è Canon Zoom Lens con lunghezza focale equivalente che va da 24 a 100 mm, ottimo range per diversi tipi di fotografia.

L’apertura del diaframma è di f/1.8 - 2.8, quindi anche al massimo dell’estensione della focale si avrà comunque una performance molto alta quando la luce non è ottimale, permettendo anche un magnifico effetto sfocato sullo sfondo del soggetto.

Internamente, è inoltre presente un filtro ND a 3 stop, per poter mantenere un’ampia apertura del diaframma anche in piena luce e senza perdere quella profondità di campo tipica che distingue una foto professionale da una foto amatoriale.

Manca un mirino elettronico, ma è presente un display LCD touch screen di ottima qualità, da 1.04 milioni di punti di risoluzione e orientabile in qualsiasi posizione, utile quindi per street photography, autoscatti e vlog.

Grazie alla tecnologia WiFi e NFC, sarà possibile trasferire immagini su smartphone tramite app dedicata. È inoltre presente una porta HDMI per collegare uno schermo esterno.

Per quanto riguarda le capacità video, la Canon Powershot G7X Mark II registra in FULL HD fino a 60 fps, ed è ottima per video vlog e YouTube, anche grazie alla stabilizzazione montata sull’ottica che permette di registrare a mano ed ottenere una qualità filmato di livello semi-professionale.

Canon PowerShot SX740 HS: la compatta entry level con zoom ottico più potente

Tra le fotocamere compatte di fascia economica, pur mantenendoci in una qualità fotografica ben al di sopra di quella di uno smartphone, la nuova Powershot SX740 HS di Canon, offre numerose caratteristiche interessanti sia per fotografi che per video maker.

Il corpo è piccolo e tascabile al pari di una action cam, con una gamma focale da 24 a 960 mm, per uno zoom ottico da 40x, paragonabile a quello delle fotocamere bridge ultrazoom. Le immagini prodotte sono da 5184 x 3888 pixel, ed il sensore CMOS è un 20.3 MP da 1/2.3 pollici.

I comandi sono semplici e intuitivi, sulla parte superiore abbiamo il pulsante on/off, il pulsante di scatto e zoom, un pulsante per la registrazione video e la ghiera di scelta della modalità. È inoltre presente un flash integrato.

Da una fotocamera così piccola e da un sensore con dimensioni ridotte, la qualità immagine che ci si può aspettare non sarà quella di una compatta professionale, ma comunque più che buona per viaggi e fotografie social.

Il range della sensibilità ISO va da 100 a 3200, e la velocità dell’otturatore va da 15 secondi a 1/3200 di secondo. L’apertura massima del diaframma è di f/3.3, e la velocità di scatto a raffica raggiunge i 10 fps.

Si possono registrare video in 4K fino a 30 fps, oppure in FULL HD 1080p fino a 60 fps, e grazie all’ottica stabilizzata sarà possibile filmare a mano ed ottenere video di buona qualità.

Trattandosi una entry level nel settore delle fotocamere compatte, manca ovviamente un mirino elettronico, ma è comunque presente un buon display LCD da 3 pollici e 921.600 punti di risoluzione. Lo schermo non è touch screen, ma si può orientare in diverse angolazioni, anche per autoscatti.

Le connessioni WiFi e Bluetooth permettono di collegare la fotocamera allo smartphone in wireless per comodità di trasferimento foto senza passare da un PC.

Adatta per fotografia amatoriale di tutti i tipi, per produrre video e vlog da caricare su social media e YouTube, la Canon SX740 HS è una fotocamera compatta digitale di livello superiore rispetto alle concorrenti nella sua categoria, disponibile ad un prezzo abbordabile e dalla qualità costruttiva eccellente.

Canon PowerShot G9X Mark II: la miglior fotocamera compatta economica per uso occasionale

Tra le compatte economiche, la Canon G9X II è la miglior scelta per chi vuole spendere poco ma avere una qualità immagine di tutto rispetto.

Uscita nel 2017, include funzioni e caratteristiche perfette per soddisfare il fotografo occasionale che vuole fare foto con una qualità superiore a quello di uno smartphone.

Ottima per panorami e ritrattistica, è equipaggiata con un sensore CMOS da 20 MP e una gamma focale da 28 a 84 mm equivalente e permette di scattare immagini da 5472 x 3648 pixel.

L’apertura massima del diaframma è di f/2.0, qualità molto alta per una fotocamera compatta a questo prezzo, ed è inoltre presente un filtro ND integrato per ottenere un buon effetto bokeh anche in piena luce.

La sensibilità ISO va da 125 a 12800 e la velocità dell’otturatore da 1/2000 a 30 secondi. Si può scattare a raffica fino a 8 fotogrammi al secondo.

Il sistema AF vanta ben 31 punti, con capacità di rilevamento del volto per tracciare il soggetto in automatico. Lo schermo è un LCD fisso da 3 pollici con risoluzione da 1.04 milioni di punti, ed è inoltre possibile usare la funzionalità touch screen per mettere a fuoco diverse parti del frame.

La funzione video è buona per riprese occasionali, non è presente il 4K ma si può registrare in FULL HD fino a 60 fps. Per scaricare foto su cellulare, ci sono le funzioni WiFi, NFC e Bluetooth.

Rispetto alla PowerShot SX740 HS sopra, è meno indicata per girare video ma offre una qualità immagine migliore. È una quindi una scelta ottimale per la fotografia tradizionale da viaggio e ritrattistica.