miglior fotocamera bridge Classifiche

Le 10 Migliori Fotocamere Bridge 2018 per Prestazioni e Qualità Fotografica


Per viaggi, paesaggi, macro e soggetti in movimento, ecco quali sono le migliori fotocamere bridge oggi disponibili per tutti i livelli di esperienza. 

Le fotocamere bridge sono un’alternativa accessibile e versatile alle DSLR, offrono la stessa gamma di comandi manuali, un ampio set di modalità automatiche, ed un enorme zoom che permette di usarle per grandangoli e fotografie telescopiche.

Esternamente hanno l’aspetto delle SLR, ma comprendono lenti fisse e con zoom a lungo raggio. Sono quindi un’ottima scelta per i fotografi che desiderano un range di ingrandimento ottenibile con una SLR soltanto con l’aggiunta di diversi obiettivi.

Questa particolare conformazione tecnica, le rende un’ottima soluzione tutto in uno, specialmente per chi desidera viaggiare relativamente leggero e vuole avere la possibilità di scattare sia ampie fotografie panoramiche che soggetti ravvicinati.

Cos'è una fotocamera bridge?

Una fotocamera bridge è una macchina fotografica con una lente non rimovibile, che unisce sostanzialmente la qualità di una fotocamera digitale DSLR e la portabilità di una fotocamera compatta.

Rispetto alle DSLR full frame o alle mirrorless, ci sono due importanti differenze da tenere in considerazione. 

La prima è che le bridge hanno sensori più piccoli, e pertanto non possono raggiungere la stessa qualità di immagine. La seconda è che la lente non è rimovibile, pertanto, anche se è possibile fotografare un’ampia gamma di soggetti, non è possibile utilizzare ad esempio una lente macro per primi piani, o lenti super-grandangolari, o ancora lenti fast prime per situazioni di scarsa luminosità.

Le fotocamere bridge sono poi divise in due categorie: i modelli entry-level, che hanno un sensore da 1/2.3 pollice e sono considerate le bridge economiche, ed i modelli avanzati che hanno sensori più grandi da 1 pollice, sono più costosi a livello di prezzo, ma ovviamente migliori qualitativamente.

In ogni caso, le fotocamere bridge offrono ottime prestazioni rispetto al loro prezzo, e sono un passo importante per i fotografi che vogliono andare oltre le classiche punta e scatta.

Le migliori macchine fotografiche bridge 

Le bridge moderne offrono una qualità immagine che si avvicina di molto a quella delle DSLR, sono versatili e disponibili sul mercato in una grande varietà di prezzi e caratteristiche.

Ecco quali sono le migliori bridge in commercio in grado di coprire tutte le esigenze, dai principianti fino ai livelli più avanzati.

Sony Cybershot RX10 IV

- Prezzo EUR 1.757,00 -

Sony RX10 IV: la migliore fotocamera Bridge

Se stai cercando una soluzione potente tutto in uno, la Sony RX10 Mark IV è la migliore bridge oggi disponibile.

Offre un’enorme lente zoom 24-600mm f/2.4-4, un sistema AF migliorato rispetto al modello precedente, ed un sensore CMOS da 1 pollice da 20.1 MP, un set di caratteristiche che la rendono in grado di garantire un livello di dettaglio eccellente. Il migliore nella sua categoria.

I punti forti sono indubbiamente il sistema AF da 315 punti a rilevamento di fase, molto più adatto al tracking di soggetti in movimento e l’introduzione del display touchscreen, una caratteristica stranamente assente nei modelli precedenti della serie RX10.

Lo scatto a raffica arriva a 24fps (rispetto ai già buoni 14 fps della RX10 III), ed abbiamo ora anche una buona connettività Bluetooth, due elementi che la separano ulteriormente dal modello precedente.

La RX10 mark IV è quindi una bridge di alta qualità, ideale per fotografi medio/esperti che vogliono una macchina capace e reattiva anche su soggetti in movimento. Indubbiamente la bridge migliore che si possa acquistare ad oggi.

Sony RX10 III

- Prezzo EUR 1.284,08 -

Sony RX10 III: tecnologia avanzata e prezzo ragionevole

La Sony Cybershot DSC-RX10 III unisce un’incredibile lente con zoom da 25x, un autofocus ultra reattivo, ed un ampio sensore di immagine. Il risultat? Foto e video dalla qualità eccellente.

Potendo fare a meno del sistema AF avanzato e degli altri miglioramenti presenti sulla RX10 IV, la RX10 III è ancora una bridge fenomenale (oltre che più economica).

Il sensore è un 20.1 MP da 1 pollice, accoppiato ad un mirino elettronico da 2.36 milioni di piunti e alla possibilità di filmare video in formato 4K e Full HD.

Il design e la lente da 24-600mm f/2.4-4 sono gli stessi della RX10 IV, la differenza sta in un AF un po’ più lento (sebbene molto reattivo), nella mancanza del display touchscreen e in una velocità di scatto continuo limitata a 14 fps (invece dei 24 fps).

Inoltre, rispetto alla RX10 II, vanta una durata leggermente migliore della batteria e un diaframma a 9 lamelle, ma manca per contro il filtro ND, presente invece in entrambi i modelli precedenti.

La Sony RX10 III è una bridge tecnologicamente avanzata e dalle prestazioni notevoli, una scelta decisamente consigliata a fotografi entusiasti esigenti.

Panasonic Lumix FZ2000: ampio zoom e sensore da 1 pollice

La Panasonic Lumix FZ2000 offre uno dei migliori compromessi ottenibili in una bridge per quanto riguarda grandezza del sensore e lunghezza dello zoom.

Monta un sensore di 1 pollice e sebbene lo zoom raggiunga il suo massimo a 480mm (relativamente corto per una bridge) è comunque più che sufficiente per la maggior parte degli utilizzi quotidiani più estremi.

A nostro avviso, conviene sacrificare un po’ di zoom in favore di ottiche più veloci, ed una qualità immagine superiore.

La FZ2000 offre inoltre molto di più rispetto al modello precedente, inclusa una lente leggermente più lunga, controlli touch-screen e un mirino elettronico con un ingrandimento migliore, ma è nel comparto video che Panasonic ha realizzato i miglioramenti più importanti.

Ora abbiamo la possibilità di girare video in 4K DCI ed un filtro ND variabile, utile ed utilizzabile anche per le foto. Il corpo non è weather sealed, ma il prezzo competitivo e le caratteristiche, la rendono una concorrente di tutto rispetto alla serie RX10 di Sony.

Nel caso il comparto video non sia di vostro particolare interesse, la precedente FZ1000 (descritta sotto) potrebbe essere una scelta più adatta (specialmente considerando il prezzo).

Panasonic Lumix FZ1000: la miglior fotocamera bridge qualità prezzo

La Panasonic Lumix DMC-FZ1000 è una bridge formidabile dotata di un sensore da 1 pollice e della possibilità di registrare video in 4K.

Il sensore da 20.1MP e la lente Leica da 25-400mm (equiv.) f/2.8-4 formano un nucleo veramente performante, la stabilizzazione ottica a 5 assi Power O.I.S., il mirino OLED EVF da 2.36 milioni di punti e la connettività Wi-Fi ed NFC, fanno il resto, assieme ad una gran quantità di opzioni video.

Lo zoom ottico è un 16x, inferiore a quello tipico delle fotocamere bridge, ma ciò è dovuto alle ampie dimensioni del sensore da 1 pollice, che offre d’altra parte un grande miglioramento della qualità dell’immagine. Si tratta comunque di un obiettivo Leica con un’ampia apertura massima f/2.8 in funzione grandangolare, che si restringe a un comunque rispettabile f/4 al massimo dello zoom.

Questa conformazione tecnica, aiuta a catturare scatti in condizioni di scarsa luminosità, senza dover ricorrere ad alte sensitività ISO, mentre la stabilizzazione ottica Ibrida a 5 assi minimizza le vibrazioni.

La possibilità di registrare in 4K a 3840 x 2160 pixel, l'autofocus avanzato e la possibilità di scattare in Raw, concludono il set di caratteristiche della FZ1000, un’ottima macchina che merita un occhio di riguardo tra le scelte migliori.

Canon PowerShot SX60 HS: la migliore bridge per viaggi e vacanze

Con uno zoom ottico 65x e una lunghezza focale minima equivalente a 21mm, la Canon Powershot SX60 HS è tra le migliori fotocamere bridge per viaggi e vacanze.

La SX60 è una bridge più tradizionale, dal momento che utilizza un sensore più piccolo da 1/2.3-inch e 16.1 MP, ma offre un enorme range di zoom fino a 65x. Offre inoltre controlli manuali, uno schermo LCD articolato, un mirino elettronico di buona qualità e la possibilità di scattare in formato Raw (un vantaggio importante sulla rivale Nikon della stessa categoria).

Connettività Wi-Fi ed NFC rappresentano un altro bonus e parlando di qualità immagine, è davvero buona, con colori luminosi e vivi. L’unica situazione dove la fotocamera zoppica un po’ è in condizioni di luce scarsa, dove presenta livelli di rumore più elevati rispetto alla concorrenza.

Dal lato positivo, si può controllare da remoto con il telefono e si possono utilizzare microfoni esterni per qualità audio migliori in fase di ripresa video (ad una risoluzione massima di 1080p). Se avete un budget limitato e volete spendere poco, è un’ottima scelta da prendere in considerazione.

Sony RX10 II

- Prezzo EUR 983,99 -

Sony RX10 II: un’ottima fotocamera bridge per video e riprese

La Sony RX10 II porta notevoli miglioramenti al comparto video e rimane una delle migliori fotocamere bridge in commercio.

Sony ha effettuato un numero di cambiamenti chiave per differenziarla dalla precedente RX10, ed essendo comunque un modello passato (non il più recente della serie), è disponibile ad un prezzo più appetibile.

La RX10 II monta un sensore 20.1MP da 1 pollice, un mirino elettronico EVF da 2.35 milioni di punti e gira video in 4K. La lente 24-200mm (equiv) non è tra le più lunghe, ma vanta un’apertura costante f/2.8, inoltre, il corpo impermeabile ne permette tranquillamente l’uso anche in situazioni atmosferiche ostili.

Aggiungete un otturatore anti-distorsione, connettività Wi-Fi, LCD orientabile e scatto a raffica fino a 14fps ed avrete una fotocamera bridge veramente potente.

Sony HX400V

- Prezzo EUR 400,99 -

Sony HX400V: zoom ottico 50x, stabilizzazione e controlli manuali completi

La Sony HX400V è una fotocamera bridge entry-level che fonde la tecnologia Exmor R CMOS per il sensore, con uno zoom ottico 50x ZEISS stabilizzato per risultati superiori.

È una fotocamera digitale con uno zoom di serie super lungo da ben 50x, un obiettivo equivalente di 24-1200mm, un nuovo sensore CMOS da 20,4 megapixel abbinato al più recente processore BIONZ X, schermo inclinabile da 3 pollici e mirino elettronico, oltre al Wi-Fi integrato con NFC e un ricevitore GPS.

Schermo LCD orientabile, mirino elettronico, lente equivalente 24-1200 mm e sensore CMOS da 20,4 megapixel, hot shoe e possibilità di filmare video in Full HD completano le specifiche, mentre Wi-Fi ed l’NFC rendono la condivisione delle immagini più semplice e immediata. E se non siete ancora soddisfatti della gamma di controlli a disposizione, possono essere integrati tramite ulteriori app (a pagamento) dal servizio PlayMemories della Sony.

Ovviamente, non garantisce il tipo di risultati ottenibili con le cugine della serie RX10 e non supporta il formato Raw, tuttavia, le foto in JPEG hanno colori e dettagli ottimi, e considerando il prezzo, la Sony HX400V è una bridge quasi perfetta.

Nikon Coolpix P900: la bridge con lo zoom più lungo

La Nikon Coolpix P900 offre un sensore CMOS più piccolo da 1/2.3 pollici e 16MP, ma uno zoom decisamente maggiore da 83x, grazie al quale si assicura il titolo di fotocamera bridge con lo zoom più lungo.

La P900 è dotata di una lente 24-2000mm (equiv) f/2.8-6.5, una lunghezza focale che permette di ingrandire molto più lontano (anche rispetto al generico kit DSLR più lente), il che spiega perché questa fotocamera bridge è riuscita a ritagliarsi uno spazio d’onore anche tra gli astrofotografi emergenti.

La lente è equipaggiata con il sistema Vibration Reduction a cinque stop di Nikon, ed è prevista anche la possibilità di usufruire di molti controlli manuali sull'esposizione, oltre a Wi-Fi, NFC e persino un sistema GPS.

Per contro, non è una scelta adatta a tutti. Non c’è la possibilità di scattare in Raw, lo schermo LCD non è touch e, come accennato, il sensore è più piccolo rispetto a molte altre bridge concorrenti.

La qualità dell’immagine non può quindi competere con i rivali più costosi con sensore da 1 pollice, tuttavia, se il vostro desiderio è quello di avere una bridge con zoom potente, la P900 è una scelta consigliata da prendere in considerazione.

Panasonic Lumix FZ300

Panasonic FZ300: una delle migliori bridge economiche

La Panasonic Lumix FZ300 offre un’eccellente superzoom, un’ampia lunghezza focale con una lente ad apertura fissa, video in 4K e autofocus istantaneo. Il tutto ad un prezzo veramente economico.

Dai modelli minori alle sue ammiraglie, Panasonic non ha mai lesinato sulle caratteristiche e questo permette ai suoi modelli di rimanere competitivi anche di fronte agli avversari più recenti. La FZ300 ne è infatti la prova: una fotocamera sotto i 400€ con registrazione video in 4K, corpo resistente agli schizzi e una lente 25-600mm (equiv) con un’apertura costante f/2.8. Caratteristiche che non comuni per questo prezzo.

Oltre a ciò, la macchina è equipaggiata con un sensore da 12MP, display touchscreen inclinabile ed un mirino EVF da 1.44 milioni di punti, Wi-Fi e sistema di stabilizzazione ottica delle immagini, i quali completano le specifiche rendendola una delle prime scelte tra le bridge economiche. Un pacchetto decisamente valido per il novizio avanzato o l’entusiasta attento al prezzo.

sony rx10

Sony RX10: un’ottima bridge entry level rapporto qualità prezzo

La Sony RX10 è stata una delle prime tra le bridge superzoom con sensore da 1 pollice, ed è ancora una delle migliori.

È una fotocamera bridge con tutte le caratteristiche che ci aspetterebbe di trovare in una macchina di questo tipo, ed è ora disponibile ad un prezzo veramente accessibile.

La RX10 monta un sensore da 20.1 MP 1 inch, una lente 24-200mm (equivalente) f/2.8 e registra in Full HD 1080p a 60fps, inoltre vanta una velocità di scatto fino a 10 fps in modalità raffica, tutte caratteristiche ancora molto valide, specialmente considerando il prezzo, non troppo superiore a quello di altre fotocamere bridge con sensori più piccoli.

Mancano tuttavia alcune peculiarità specifiche degli ultimi modelli come la registrazione in 4K ed il display touchscreen, inoltre, il mirino elettronico è limitato ad una risoluzione di 1.44 milioni di punti (seppur comunque molto buono).

La RX10 ha impressionato fin dalla sua uscita e ancora oggi, nonostante gli anni e qualche versione dopo, è ancora la migliore macchina per chi cerca una bridge entry level dalla qualità superiore.