miglior fotocamera 4k Classifiche

Le 10 Migliori Fotocamere 4K del 2017


Il 4K è il formato Ultra HD attualmente più evoluto e ricercato da fotografi e videomaker. Scopriamo quali sono le migliori fotocamere 4K in assoluto di quest’anno, quelle con le migliori prestazioni su immagini e video ideali per amatori e professionisti.

Se all’inizio era appannaggio esclusivo dei modelli più avanzati, oggi il 4K è disponibile su gran parte delle fotocamere in commercio. Tutte le case produttrici hanno adottato questo formato video per molti dei loro dispositivi, incluse anche le meno costose fotocamere compatte. Per avere una fotocamera 4K non è più necessario spendere un capitale: che abbiate un budget pari a qualche centinaio di euro o che possiate raggiungere cifre importanti, esiste sicuramente un modello per le vostre esigenze.

Il rovescio della medaglia è che la quantità di fotocamere 4K disponibili è talmente vasta da confondere. Per aiutarvi nella scelta della miglior fotocamera 4K vediamo quali sono i principali fattori da tenere in considerazione al momento dell’acquisto, andando a scoprire i 10 modelli Top e col miglior rapporto qualità prezzo.

Come scegliere una fotocamera 4K

Per fare un acquisto sensato ed evitare di sprecare il vostro budget in un modello non conforme alle necessità personali, ci sono alcuni aspetti da considerare. L’utilizzo che ne andrete a fare, professionale o amatoriale, è senza dubbio un fattore fondamentale, ma oltre a questo ci sono anche altri elementi da tenere in considerazione.

  • Tipologia di fotocamera: come abbiamo accennato, il 4K ormai è disponibile su fotocamere di ogni genere, non più solo sulle fotocamere professionali più evolute. La scelta più gettonata dai videomaker sono probabilmente le mirrorless: quasi tutte supportano il 4K e sono più leggere rispetto alle DSLR. Gli appassionati di sport e azione, invece, preferiscono le action camera: piccole, robuste, resistenti e tecnologicamente avanzate. Per esigenze esclusivamente professionali ci sono poi le vere e proprie videocamere, mentre per un utilizzo più sporadico e amatoriale sarà sufficiente una compatta di ultima generazione.
  • Modalità manuale: a prescindere dalla tipologia, un requisito importante è la presenza della modalità manuale per avere un controllo completo sui parametri di registrazione.
  • Extra utili: quali altre caratteristiche deve avere una buona fotocamera 4K? Il formato video non è tutto. Processore performante, sistema di autofocus, obiettivi intercambiabili, dimensioni compatte, Bluetooth e Wi-Fi, resistenza ad alti ISO sono alcuni aspetti che danno un valore aggiunto alla fotocamera e garantiscono prestazioni e qualità immagine più elevate.

I fattori in gioco sono davvero molti, per questo può essere utile esaminare i modelli nel dettaglio, in modo da avere un quadro più completo e riuscire a individuare la fotocamera più adatta alle proprie esigenze. Nel paragrafo che segue analizziamo la classifica delle Top 10 fotocamere 4K in commercio con le rispettive caratteristiche, prezzi e punti di forza.

Classifica: le 10 migliori fotocamere 4K per fotografi e videomaker

Vediamo ora la classifica delle Top 10 fotocamere 4K in commercio con le rispettive caratteristiche, prezzi e punti di forza, quali sensori e processori montano e perché sono effettivamente le migliori.

#1 Panasonic Lumix GH5: la migliore mirrorless 4K

Con la GH5 non si sa da dove cominciare. Ha un sensore Micro Quattro Terzi da 20.3 MP, mirino elettronico EVF, schermo 3.2 pollici completamente articolato con risoluzione 1.620.000 punti e scatto a raffica a 12fps.

La Lumix GH5 permette di filmare in modalità Cinema 4K (4096 x 2160) a 60p con un bit rate di 150Mbps, ed è disponibile anche il formato Full HD 180p. Ma non è tutto: la GH5 offre anche una profondità colore di 10-bit, che fornisce più informazioni sul colore e gradazioni più ricche.

Un insieme di caratteristiche piuttosto completo, ma Panasonic ha in progetto di introdurre diversi aggiornamenti del firmware che spingeranno le capacità video della GH5 ancora oltre.

#2 Sony Alpha A7S II: incredibile range dinamico

Una mirrorless con sensore Full-Frame da 12.2 MP, che realizza filmati eccellenti con range dinamico incredibile. Ha uno schermo articolato da 3 pollici con risoluzione 1.228.800 punti, mirino EVF e velocità di scatto a raffica di 5 fps.

La fotocamera utilizza l’intero sensore per registrare senza croppare l’immagine, e la profondità colore è di 8 bit. L’autofocus è generalmente rapido e la presenza di stabilizzatore incorporato è un bel vantaggio. La qualità di costruzione è ottima e il corpo è più robusto dei modelli precedenti.

Anche se non è una fotocamera nuovissima, grazie al sensore e alle caratteristiche video, se la gioca bene con le rivali più recenti.

#3 Sony Alpha A6500: 4K con sensore APS-C

La A6500 è una mirrorless con sensore APS-C da 24.2 MP, con schermo inclinabile da 3 pollici con risoluzione 921.000 punti. La fotocamera registra filmati in 6K, che vengono ridotti a 4K per ottenere risultati migliori in termini di qualità, e utilizza il codec XAVC S con rate di 100Mbps.

Inoltre, offre modalità Log, registrazione HD 120fps (sempre a 100Mbps) e zebra pattern migliorato. Altri vantaggi sono il sistema di messa a fuoco con rilevamento di fase a 425 punti e un mirino OLED con 2.36 milioni di punti, insieme a scatto a raffica a 11fps a piena risoluzione e un corpo molto resistente.

Senza menzionare lo stabilizzatore a 5 assi incorporato aggiunto da Sony a questo modello. Ora che il prezzo comincia a calare, è anche un ottimo upgrade rispetto ai precedenti modelli APS-C Sony.

#4 Canon XC10: un’opzione alternativa

Il modello meno convenzionale nella nostra lista, ma una valida alternativa ad altri modelli più costosi. La XC10 è una fotocamera ibrida, progettata per i video ma ugualmente prestante nelle fotografie.

È dotata di sensore da 1 pollice con 12 MP, obiettivo stabilizzato con range focale 24-241mm, schermo touchscreen da 3 pollici con risoluzione 1.03 milioni di punti e scatto continuo a 3.8fps. Il tutto in un corpo abbastanza compatto e flessibile grazie al grip regolabile.

Registra filmati in 4K UHD a 8 bit, con filtro ND incorporato, output HDMI e funzione focus peaking. Forse non è l’opzione più adatta per scattare con luce scarsa, ma con questo zoom e questo prezzo è senza dubbio un’opzione allettante.

#5 Olympus OM-D E-M1 Mark II: video e foto di altissima qualità

Siamo di fronte a quella che da alcuni è stata definita “la migliore mirrorless” attualmente disponibile. In fatto di video Olympus ha fatto diversi miglioramenti rispetto ai modelli precedenti, con 4K DCI e UHD, uscita HDMI, attacco per cuffie esterne e tutti i vantaggi del sistema di AF ibrido.

Che si tratti di foto o video, si ha a disposizione uno dei sistemi di stabilizzazione più efficaci mai visti, cosa che farà piacere a chi scatta senza treppiede. Altri aspetti interessanti sono mirino EVF e la possibilità di girare a 18fps con AF continuo e AE tracking.

Lo schermo è un 3 pollici con risoluzione 1.037.000 punti e la fotocamera può scattare a raffica fino a 60fps. Non è tra le opzioni più economiche, ma le prestazioni giustificano il prezzo.

#6 Nikon D500: ideale per sport e azione

La DSLR con sensore APS-C top di gamma di Nikon. Il tanto atteso modello successivo alla D300S è apparso l’anno scorso, e Nikon non si è risparmiata. Con un sensore da 20 MP, sistema di AF avanzato con 153 punti, scatto a 10fps fino a 200 frame, schermo inclinabile e una vasta gamma di opzioni di connettività, la fotocamera se la gioca molto bene con le rivali.

Anche in fatto di video è notevole. Supporta il formato 4K UHD a 30p/25p/24p, e il fattore di crop di 1.5x non è necessariamente un passo indietro, perché si rivela molto utile per sport e azione. Altre opzioni sono uscita per microfono e cuffie e la possibilità di registrare a 60fps in formato Full HD.

Per essere una fotocamera con sensore APS-C è abbastanza costosa, anche se rientra tra le DSLR più economiche con 4K.

#7 Fujifilm X-T2: la prima 4K della serie X

La X-T2 è senza dubbio una delle uscite più notevoli degli ultimi 12 mesi, e dimostra quanto Fuji abbia preso sul serio la registrazione video. Il 4K UHD crea filmati con un’enorme quantità di dettagli, con risultati più nitidi e meno artefatti.

Gli utilizzatori di Fujifilm che amano la modalità Simulazione Pellicola per le foto saranno felici di sapere che è disponibile anche per i video, anche se potrebbero essere scoraggiati dal limite di 10 minuti per la registrazione 4K.

Mirino eccellente, messa a fuoco rapida e schermo da 3 pollici inclinabile con 1.040.000 punti rendono la XT2 ancora più entusiasmante. Se cercate una fotocamera in stile rétro in grado di realizzare immagini di alta qualità e video 4K ultra dettagliati, è difficile trovare un’alternativa migliore.

#8 Panasonic Lumix G80 / G85: perfetta per filmare a mano

Una delle mirrorless Panasonic entry level, con il vantaggio di essere abbastanza nuova da supportare la tecnologia più avanzata. La G80 (G85 in USA) offre sistema di stabilizzazione Dual IS Mark II, che significa che si beneficia sia di stabilizzazione interna al corpo macchina sia nell’obiettivo.

I filmati possono essere registrati fino a 30p, con un bit rate fino a 100Mbps, e si può usufruire di zebra patterning e focus peaking per facilitare la registrazione. È presente anche la funzione Live Cropping di Panasonic, che consente panning e zoom professionali, anche se l’output è in qualità HD.

Mancano l’uscita per cuffie esterne e quella per il microfono, ma visto il target a cui si rivolge non è un grosso problema. Il sensore da 16MP senza filtro ottico low-pass registra un’eccellente quantità di dettagli, con effetto moiré visibile solo occasionalmente.

#9 Sony Cyber-shot RX10 III: un’eccellente travel camera

Anche se non sembra molto diversa dalla precedente RX10 II, la RX10 III monta un obiettivo molto più lungo 24-600mm con sensore 1 pollice da 20.2MP.

I filmati 4K UHD sono registrati con 1.7x informazioni in più del necessario, prima di essere ridotti in 4K per preservarne la qualità. Tutto questo con un bit rate massimo di 100Mbps, e si può spingere la fotocamera fino a 960fps per filmati slow-motion. Inoltre, abbiamo uscita HDMI e porte per microfono e cuffie.

Purtroppo Sony ha abbandonato il filtro ND presente nella RX10 II, cosa che potrebbe non piacere ad alcuni videomaker. Il sistema di stabilizzazione è molto efficace e ha un aspetto da DSLR, ma ha un prezzo abbastanza alto, giustificato solo in parte dall’eccellente qualità della lente.

#10 Sony Cyber-shot RX100 V: compatta e potente

La linea RX100 ha avuto molto successo, e l’ultima della serie, anche se non è una rivoluzione rispetto alla precedente, non delude.

Molte delle specifiche video sono le stesse della RX10 III vista nel paragrafo precedente. Una fotocamera così piccola non è in grado di supportare uscite per microfono e cuffie, ma ciò che può disturbare di più è l’assenza di touchscreen.

È invece presente l’eccellente sistema di AF ibrido di Sony, a cui si aggiungono filtro ND incorporato, EVF di alta qualità, schermo inclinabile e scatto a raffica a 24fps con autofocus e autoesposizione. È incredibile che qualcosa di così potente possa stare in un corpo così compatto da stare in tasca.